Uccise figlio 13enne: madre era incapace intendere e volere

(ANSA) – MACERATA, 12 FEB – Debora Calamai, la mamma di San Severino Marche che la vigilia di Natale uccise il figlio tredicenne, Simone Forconi, con nove coltellate, al momento del delitto era incapace di intendere e di volere. E’ la conclusione cui è giunto il prof. Gabriele Borsetti, psichiatra dell’Università Politecnica delle Marche, che ha eseguito la perizia, secondo cui la donna è anche socialmente pericolosa.

Condividi: