La Fiorentina va con Babacar, il Sassuolo si inchina

Soccer: Serie A; Sassuolo-Fiorentina

REGGIO EMILIA. – Colpo importante della Fiorentina che batte a domicilio il Sassuolo, che non perdeva in casa da settembre, e consolida il quarto posto a 38 punti, in attesa della Sampdoria. Una bella prova autoritaria quella dei viola che non hanno dato scampo alla compagine di casa, condizionata dall’uno-due incassato dopo la mezz’ora del primo tempo, un doppio vantaggio che ha spalancato le porte alla Fiorentina verso una vittoria che non fa una piega, sesto risultato utile consecutivo per Montella. Un successo nel segno di Babacar, autore di una doppietta più un assist, schierato nel tridente offensivo insieme ai due nuovi del mercato di gennaio, Salah (prima gara da titolare), che ha segnato la prima rete, e Diamanti. Proprio Babacar e Salah sono stati i mattatori del match: il primo ha servito l’assist nel primo gol, Salah ha resituito il favore al compagno, creando le basi per quella che è stata una delle migliori prestazioni dei viola in questa stagione. Il Sassuolo che ritrovava i tre attaccanti titolari, Berardi, Zaza e Sansone, ha avuto un approccio sbagliato e solo nella ripresa ha dato segnali di risveglio. Squadre speculari in avvio di gara. Viola subito insidiosi con Salah. La partita la fa la Fiorentina, il Sassuolo troppo attendista. Alla mezz’ora vantaggio viola: Babacar di tacco sfiora appena la palla, lanciando in profondità Salah. La difesa di casa è sorpresa e Consigli è battuto. Due minuto dopo il raddoppio: Longhi fallisce il rinvio nella propria area,puo’ contrattaccare la Fiorentina: Salah per Babacar che raccoglie a centro area, elude la marcatura di Cannavaro e batte Consigli. Prima del riposo il Sassuolo potrebbe accorciare ma non è fortunato: da fuori sinistro al veleno di Berardi fermato solo dal palo. Nella ripresa la Fiorentina palleggia meglio, tiene le redini del match con autorevolezza e al 17′ si trova spianata la strada verso i tre punti: nel tentativo di applicare il fuori gioco, Longhi sbaglia il tempo e tiene in gioco Babacar che riceve il pallone da Pizarro e tutto solo davanti a Consigli può solo appoggiare la palla in rete. Partita di fatto chiusa, nonostante il gol di Berardi al 22′ sull’assist di Magnanelli. La difesa della Fiorentina si concede una pausa ma sarà l’unica del match.

Condividi: