Ucraina: non rispettati termini inizio ritiro armi pesanti

Pubblicato il 17 febbraio 2015 da ansa

(ANSA) – MOSCA, 17 FEB – Ribelli e forze ucraine non hanno rispettato i termini per l’inizio del ritiro delle armi pesanti, secondo step degli accordi di Minsk-2 e che sarebbe dovuto iniziare oggi per creare entro 14 giorni una ‘zona di sicurezza’ nel sud-est ucraino. La creazione di questa zona – che dovrebbe essere larga tra 50 e 140 km a seconda della gittata dei pezzi di artiglieria e dei lanciarazzi – è messa in dubbio dal mancato rispetto della tregua in alcune aree del Donbass, e in particolare a Debaltseve.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

17:49Sci: Gross e Razzoli a slalom Obereggen

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Stefano Gross e Giuliano Razzoli saranno tra gli azzurri che parteciperanno alla 34/a edizione dello slalom di Coppa Europa di Obereggen, cuore altoatesino del comprensorio del Latemar (con Pampeago e Predazzo), in programma domani sulla pista Maierl (pendenza massima del 55%, dislivello di 433 metri, lunghezza 1,6 km). Lo scorso anno sulla Maierl vince il francese Loic Meillard davanti al campione del mondo in carica Jean-Baptiste Grange e a Daniel Yule.

17:38Palermo: Zamparini, Istanza Procura? Stop cessione

(ANSA) - PALERMO, 12 DIC - "Con Frank Cascio l'accordo magari sarebbe già arrivato se non fosse accaduto quello che tutti sanno. Quello che è successo ha bloccato non solo i nuovi investitori, ma mi ha recato anche un danno internazionale, perché le istituzioni che non mi conoscono e prendono dai giornali non conoscono tutti i dettagli e ho trovato le porte chiuse in tutte le istituzioni finanziarie". Lo ha detto il proprietario del Palermo, Maurizio Zamparini, parlando delle possibili trattative di cessione del club rosanero, bloccate - a suo dire - dall'istanza di fallimento presentata dalla Procura. "Con Frank - ha spiegato - ho un rapporto quasi giornaliero, il Palermo non ha nessuna necessità che il nuovo proprietario arrivi entro domani, ma l'importante è che abbia progetti futuri importanti. Gli ho promesso che rimango come consigliere, perché nella vita conta l'esperienza e penso di averne tanta, potrei servire per lo sviluppo di stadio e del Palermo stesso che deve tornare in Europa".

17:37Neve a valle e montagne verdi in Alto Adige

(ANSA) - BOLZANO, 12 DIC - Un fenomeno meteorologico curioso si registra oggi nella conca di Bolzano, dove il fondovalle si presenta innevato, mentre le montagne intorno sono verdi. La causa è l'ondata di maltempo che ieri ha attraversato l'Alto Adige, come spiega il meteorologo provinciale Dieter Peterlin. In mattinata, infatti, nevicava in tutta la provincia, ma con l'aria più mite da sud è arrivata anche la pioggia. Nella conca di Bolzano si era però formato una vasca d'aria fredda che ha impedito che la pioggia lavasse via la neve, come invece ha fatto sui pendii di Colle, San Genesio e Renon, così valle e montagna hanno invertito per una volta i loro colori.

17:20Maltempo: Veneto Strade, riaperti passi dolomitici

(ANSA) - VENEZIA, 12 DIC - Il primo a essere riaperto è stato il Passo Falzarego. Stamattina mezzi e uomini di Veneto Strade hanno reso agibile la strada, bloccata ieri a causa delle abbondanti nevicate e del rischio valanghe. A seguire gli interventi sono proseguiti sugli altri passi dolomitici: anche il Pordoi, Valparola, Giau e Fedaia torneranno a breve alla normalità. Dal pomeriggio infatti si potrà circolare senza problemi.

17:14Calcio: due portieri per il Real Madrid, Kepa e Courtois

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il Real Madrid prevede di ingaggiare due portieri nelle prossime due sessioni di calciomercato: secondo quanto pubblica l'edizione online del Mundo deportivo, a gennaio arriverebbe Kepa, dall'Athletic Bilbao; in estate, invece, firmerebbe Thibaut Courtois, attualmente in forza al Chelsea. L'accordo per l'arrivo di Kepa sarebbe praticamente già concluso. Con l'ingaggio del giovane estremo difensore basco, il Real eviterebbe rischi legati a eventuali incidenti di Keylor Navas, nella seconda e decisiva fase della stagione agonistica. Le prestazioni di Kiko Casilla, quando è stato chiamato a sostituire il portiere costaricano, non hanno convinto e così lo staff tecnico capeggiato da Zidane ha chiesto al club di chiudere per Kepa. Il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, inoltre, ha da tempo nel mirino Courtois, il cui contratto con il Chelsea scadrà nel 2019. Il portiere belga, in una recente intervista, ha detto di voler tornare in Spagna (ha difeso già la porta dell'Atletico Madrid) per motivi familiari.

17:09Ciclismo: Cassani, il 2018 sarà l’anno di Fabio Aru

(ANSA) - SASSARI, 12 DIC - "Il 2018 sarà l'anno di Fabio Aru". Parola del ct della nazionale italiana di ciclismo, Davide Cassani, oggi a Sassari per "Il talento al servizio della squadra", il convegno su ciclismo e giornalismo sportivo organizzato dall'Università. "Aru ha vinto una Vuelta e un campionato italiano, ha indossato la maglia gialla, è stato protagonista al Tour de France, penso che per avere la consacrazione definitiva debba vincere un Giro d'Italia e penso che abbia le capacità per farlo", ha detto il commissario tecnico, ospite d'onore col giornalista Francesco Pancani. "Penso che questo sia un anno importante per Fabio - prosegue Cassani - ha cambiato squadra, ha nuovo entusiasmo e dall'ultima esperienza al Tour de France ha imparato tanto, anche a sopportare le pressioni". Considerazioni fatte a margine dell'incontro con gli studenti, cui il commissario tecnico ha fornito la sua ricetta di sport e spirito di squadra. "Fabio al Giro è già stato protagonista, è già arrivato secondo e terzo, penso che adesso sia pronto per vincere, anche perché secondo me ha le capacità per farlo e ha anche una squadra giusta per poter ambire al successo - conclude l'ex ciclista - certo contro Froome non sarà semplice perché nella tappa a cronometro il britannico potrebbe rifilargli due o tre muniti, ma ci sono anche le salite per recuperare". (ANSA).

17:08Incendi: fiamme in capannone nel milanese, evacuata scuola

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Un incendio in un capannone, nel Milanese, ha provocato l'evacuazione a scopo prudenziale di una scuola, l'International School of Milan, dalla quale sono state allontanati circa 900 alunni oltre i docenti e il personale scolastico. Sul posto, a Baranzate di Bollate (Milano) si trovano i vigili del fuoco, con nove autopompe, e i carabinieri. Al momento non si registrano feriti, ma dato che i fumi si dirigevano verso il plesso scolastico, a scopo prudenziale sono stati evacuati tutti i presenti. I vigili del fuoco hanno inviato sul posto anche il nucleo Nbcr specializzato nel rilevare eventuali pericoli ambientali.

Archivio Ultima ora