La chiesa inglese è accusata di ipocrisia

(ANSA) – LONDRA, 23 FEB – La Chiesa inglese è accusata di ipocrisia. Per il Sun non offre ai suoi dipendenti un salario dignitoso nonostante abbia condotto una campagna per spingere i datori di lavoro a pagare di più. Un annuncio per lo staff della cattedrale di Lichfield prevede il compenso di 6,50 sterline l’ora meno delle 7,85 del living wage (salario di sussistenza) chiesto alle imprese del Regno (fuori Londra) da gruppi e associazioni. Rivelazioni definite “imbarazzanti” dall’arcivescovo di Canterbury,Justin Welby.

Condividi: