Orlandi: fratello scrive a Mattarella, verità su Emanuela

(ANSA) – ROMA, 26 FEB – “Un paese senza giustizia è un paese senza civiltà”, “gli scomparsi e gli omicidi non si archiviano”. Sono alcuni degli striscioni esposti questa mattina a pochi metri di distanza dal Quirinale durante un presidio organizzato dal fratello di Emanuela Orlandi. Negli striscioni, oltre alle immagini della ragazza scomparsa 32 anni fa, anche le foto di altre persone uccise o di cui non si ha più notizia. Pietro Orlando ha anche scritto una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Condividi: