Siria, appello della Croce Rossa: aiuto ai civili, muoiono di fame

Pubblicato il 26 febbraio 2015 da redazione

 

Syrian refugees in Jordan

BEIRUT. – “Decine” di persone morte di fame. Civili che sopravvivono mangiando erba, anziani e bambini senza assistenza sanitaria. E’ questa la situazione nel campo palestinese di Yarmuk, alla periferia di Damasco, diventato “simbolo della disperazione e della violenza” in un Paese dilaniato da quasi quattro anni di guerra civile. E’ quanto afferma Francesco Rocca, presidente della Croce rossa italiana e vice presidente della Federazione internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, tornando a chiedere ancora una volta a tutte le parti in conflitto di garantire l’accesso per gli aiuti umanitari alle popolazioni che soffrono, a Yarmuk e in qualsiasi altra parte della Siria. Yarmuk, a pochissimi chilometri dal centro di Damasco, e’ da poco piu’ di due anni assediato dalle truppe lealiste e palestinesi fedeli al regime siriano, mentre all’interno resistono forze ribelli e palestinesi loro alleate. Nel campo vivono ancora 18.000 civili. “E’ necessaria una tregua – dice all’ANSA il presidente della Croce Rossa, a Beirut per una conferenza – ma non di poche ore, bensi’ di almeno una settimana per potere valutare la situazione e adottare le misure necessarie”. Lo stesso, aggiunge, sarebbe necessario nelle tante localita’ del Paese in cui i civili sono intrappolati dai combattimenti. “Tregue umanitarie sono state possibili in diversi sobborghi di Damasco. Questa e’ la strada da seguire”. Alle sofferenze dei civili esposti alla violenza dei combattimenti si aggiungono quelle degli sfollati. Una piaga di dimensioni bibliche che ha visto oltre la meta’ dei circa 21 milioni di siriani costretti a lasciare le loro case. Oltre tre milioni sono arrivati come profughi nei Paesi vicini: Libano, Giordania, Iraq e Turchia. Piu’ di 7 milioni sono sfollati all’interno del Paese. “Spesso – sottolinea Rocca – vivono in case ancora in costruzione, senza servizi essenziali come l’acqua, esposti alle intemperie, con i bambini, che sono oltre la meta’, impossibilitati a frequentare la scuola e destinati a soffrire per tutta la vita a causa delle ferite psicologiche”. La Mezzaluna rossa siriana, che ha gia’ avuto 47 membri del suo staff uccisi, cerca di continuare a portare soccorso ai civili sia nelle aree sotto il controllo governativo sia in quelle divise tra una miriade di gruppi ribelli e jihadisti. Anche nei territori dell’Isis, dove operano volontari locali. Un’assistenza garantita anche ai cristiani, come ai sunniti e agli alawiti, assicura Rocca, anche perche’ gli stessi volontari appartengono alle diverse confessioni. “E’ impossibile”, afferma il presidente della Cri, che la Mezzaluna siriana non abbia assistito per una discriminazione religiosa i cristiani fuggiti dal Nord-Est del Paese, dove sono avvenuti i rapimenti degli ultimi giorni. Una risposta al vescovo siro-cattolico di Hassakah-Nisibi, Jacques Behnan Hindo, che all’agenzia Fides aveva denunciato il caso di famiglie assire fuggite che non avevano ricevuto aiuto, “forse perche’ cristiane”. “Come ha dimostrato in passato l’operato dalla Mezzaluna Rossa nella cittadina cristiana di Maalula – ha sottolineato Rocca – non esiste una discriminazione religiosa. Semmai il problema e’ quello di riuscire ad avere accesso alle popolazioni bisognose. E quando si esce dalle aree controllate dal governo, bisogna negoziare continuamente, un posto di blocco dopo l’altro, chilometro dopo chilometro”. “Questo – ha detto ancora – e’ quanto fanno quotidianamente, nel silenzio, i volontari sul terreno. E certe dichiarazioni sono pericolose, perche’ generano dubbi sulla neutralità dei nostri operatori”.
(di Alberto Zanconato/ANSA)

Ultima ora

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

Archivio Ultima ora