Libia: cugino Gheddafi, Isis controlla 6 mila barili uranio

(ANSA) – LONDRA, 2 MAR – L’Isis in Libia avrebbe messo le mani su 6.000 barili di uranio che erano dell’esercito di Gheddafi, dice il cugino del rais Ahmed Gheddafi, secondo cui i jihadisti, visto il valore di 400 milioni di dollari, lo venderanno per finanziare la loro guerra. Ahmed Gheddafi ha anche predetto l’arrivo in Europa quest’anno di 500.000 immigrati”, per ogni mille dei quali “tra 10 e 50 terroristi si sparpaglieranno per l’Europa. Tra un anno, 2 al massimo, ci sarà un nuovo 11 settembre”.

Condividi: