Da Facchetti a Glik, i difensori col vizio del gol

Pubblicato il 02 marzo 2015 da redazione

facchetti

ROMA. – Difensore col vizio del gol: e’ questa l’ultima ‘reincarnazione’ di Kamil Glik, capitano e anima del Torino, che ha rimandato a casa ieri il Napoli con le pive nel sacco segnando il sesto gol stagionale, come Pogba, Felipe Anderson e più di Totti. Lo schema del difensore centrale che avanza nelle mischie e nei calci da fermo è un rituale collaudato per scardinare le difese, ma Glik agisce ormai come un attaccante in piu’, col fiuto del gol. I suoi compagni lo cercano e lui elude i suoi colleghi difensori piazzando il colpo di testa vincente. Così cinque gol su sei che hanno portato direttamente nove punti al Toro del suo maestro Ventura, che gia’ lo aveva avuto al Bari. Una specializzazione recente visto che il 27/enne difensore polacco non era mai andato oltre le due reti nei cinque campionati italiani. Ma ora cominceranno a marcarlo come un attaccante considerando i guai che combina alle altre squadre. Certo, dato che non tira punizioni e rigori, difficilmente scalera’ le classifiche marcatori, ma intanto un obiettivo puo’ gia’ raggiungerlo, quello del tetto di gol ottenuto da un difensore, finora saldamente nei piedi e nella testa di Marco Materazzi, autore di 12 gol nel Perugia 2001 e di 10 nell’Inter 2007 per un totale di 34 gol in A. Molti, come alcuni tra i piu’ illustri difensori della storia azzurra: 27 i gol di Ferrara, 29 di Maldini, 34 di Panucci, 35 di Cabrini. Ma il piu’ prolifico della categoria rimane Giacinto Facchetti: per lui Herrera inventa negli anni ’60 il ruolo di terzino fluidificante e con le sue poderose falcate segna 59 gol in campionato, 78 in tutte le competizioni col tetto di 10 reti nella serie A del 1966. Il prototipo del goleador di complemento. Gli tiene testa, con un totale in carriera di 73 gol, l’attuale allenatore della Sampdoria Sinisa Mihajlovic, il cecchino perfetto su punizione, terrore delle difese e dei portieri. Il serbo pero’ nel computo della serie A si ferma a 38 gol di cui 28 con le sue parabole ‘assassine’ su punizione. Di difensori non sporadici cecchini, ma autentici professionisti del gol, ce ne sono diversi nel panorama mondiale. Il piu’ famoso e’ l’olandese Ronald Koeman, maestro di cerimonie di Ajax, Barcellona e della nazionale europea del 1988, autore di 207 gol (102 solo con i blaugrana). Letale per la Samp quello su punizione della finale di Coppa dei Campioni 1992. Alle sue spalle un altro mito del calcio, Daniel Passarella, argentino campione del mondo, con 156 gol (35 in Italia). L’hit parade continua con Laurent Blanc, elegante libero francese (ora al Psg) con ben 141 gol di cui 12 in Italia e 18 al Montpellier nel torneo 1987. A 138 segue poi lo spagnolo Fernando Hierro alfiere del Real e della nazionale (con un inizio da centrocampista). Non altrettanto famoso e’ Edgardo Bauza con un bottino di 111 gol tutti nel campionato argentino, certo meno del tedesco giramondo e ‘rivoluzionario’ Paul Breitner, autore di 113 reti. Seguono altri due tedeschi eleganti, super tecnici e ricchi di gloria: Mattias Sammer con 98 reti e Franz Beckenbauer con 93. Nella graduatoria (che non tiene conto dei gol nelle giovanili e nei campionati inferiori) ci sono a seguire, oltre a Facchetti, altri due terzini dai tiro micidiale: il brasiliano Roberto Carlos con 79 e il tedesco Andreas Brehme con 75 (tra cui quello della finale di Roma 1990 con l’Argentina che timbra il titolo mondiale). Tra i primi undici quindi, a parte Facchetti, ci sono quindi cinque protagonisti del campionato italiano come Passarella, Roberto Carlos, Brehme, Sammer e Blanc. Per Glik sara’ dura tallonare questi campioni, ma ha ancora tempo per essere ricordato tra i maggiori difensori goleador del nuovo millennio nel campionato italiano. (di Giorgio Svalduz/ANSA)

Ultima ora

22:44Donna dell’Agrigentino festeggia 106 anni con sorella di 112

(ANSA) - CANICATTI' (AGRIGENTO), 12 DIC - Altro compleanno ultracentenario a Canicattì (Ag) in casa Cammalleri. Attorniata dai familiari, tra cui la sorella Diega "Deddè" di 112 anni e la cognata di 94, ha festeggiato le sue 106 primavere Fifì Cammalleri, nata il 12 dicembre 1911. Le due sorelle vivono nella stessa casa. Nell'ottobre dello scorso anno, per i suoi 111 anni, Diega, che è stata a lungo insegnante, ricevette una medaglia d'oro dall'allora ministro dell'Istruzione Stefania Giannini. In quell'occasione l'interessata disse di non aver mai punito i suoi alunni "ma se necessario li ho solo corretti". Ai festeggiamenti di oggi erano presenti i numerosi nipoti delle due sorelle, anche loro avanti in età. (ANSA).

22:39Tap: Emiliano, Governo incosciente, presenteremo esposto

(ANSA) - BARI, 12 DIC - "I fatti accaduti in Austria hanno dimostrato che le preoccupazioni della Regione Puglia hanno un fondamento evidente che ci obbligherà nei prossimi giorni a sottoporre alla Procura della Repubblica competente un esposto che mira a salvaguardare l'incolumità pubblica dalla incosciente decisione del Governo di ritenere non assoggettabile alle direttive Seveso l'impianto Tap". In una nota, il presidente della Puglia, Michele Emiliano, replica al ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, che aveva criticato le rimostranze della regione sul gasdotto Tap. Per Emiliano, "di incoscienza collettiva evidentemente si tratta se è vero che il Ministro Calenda dalle notizie della vittima e dei 21 feriti in Austria trae lo spunto solo per ribadire che il TAP è necessario proprio per sopperire alla temporanea carenza di gas distribuita nel Nord Europa ove dovessero ripetersi incidenti analoghi a quello accaduto oggi". "Si tratta con ogni evidenza - rimarca Emiliano - di un caso di strabismo politico".

22:06Calcio: Mondiale club, 1-0 al Pachuca dts, Gremio in finale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - I brasiliani del Gremio si sono qualificati alla finalissima del Mondiale per club battendo 1-0 i messicani del Pachuca dopo i tempi supplementari del match giocato ad Al Ain, stadio Hazza bin Zayed, negli Emirati Arabi Uniti. Decisivo il gol di Everton al 5' del primo tempo supplementare dopo che i 90' regolamentari si erano conclusi a reti inviolate. La squadra allenata dall'ex romanista Renato affronterà la vincente dell'altra semifinale tra Real Madrid e l'Al-Jazira in programma domani.

21:53Terremoto: Boldrini a delegazione Camerino,vi resterò vicina

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 12 DIC - "Quello che ho visto nelle vostre terre non lo dimenticherò mai, anche perché la vostra terra è anche la mia terra. Abbiamo fatto molto e sono consapevole che molto di più c'è ancora da fare. Siamo arrivati a fine legislatura, ma io, qualunque sarà il mio ruolo in futuro, continuerò a esservi vicina. Questa è la mia promessa". Sono le parole, si legge in una nota del Comune di Camerino, che la presidente della Camera Laura Boldrini ha rivolto a una delegazione di cittadini camerti, ricevuta in visita a Montecitorio. Insieme al sindaco Gianluca Pasqui c'erano rappresentanti di scuole, associazioni e dell'Università. Pasqui ha anche preso parte alla riunione del Comitato legislativo, ricordando che ''se davvero si vuole fare il bene dei Comuni terremotati bisogna entrare nello specifico delle singole realtà''. "Ho chiesto di rivedere il cratere sismico - ha detto il sindaco -. Non è possibile che ogni comune venga curato alla stessa maniera, che a più malati venga data la stessa medicina. Dobbiamo intervenire con decisione affinché il cratere venga rivisto, senza escludere nessuno, ma intervenendo con le necessarie indicazioni in base alle necessità. Le differenze ci sono e le istituzioni le devono evidenziare affinché parta quella ricostruzione che oggi sembra ancora un miraggio".

21:52Ap: direzione vota documento separazione consensuale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il documento per la separazione consensuale di Ap, che mantiene al momento invariati i gruppi parlamentari, è stato votato all'unanimità dalla Direzione Nazionale.

21:51Migranti: domani vertice a Parigi Macron-Gentiloni-Merkel

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni sarà domani, mercoledì 13 dicembre, a Parigi, per il vertice con il presidente francese Emmanuel Macron, la cancelliera tedesca Angela Merkel e i capi di Stato e di governo del G5 Sahel Burkina Faso, Ciad, Mali, Mauritania e Niger. L'incontro, presso il castello di La Celle-Saint-Cloud, avrà inizio alle ore 12. Al termine è prevista una conferenza stampa congiunta. E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.

21:48Usa: Roy Moore va a votare a cavallo

(ANSA) - WASHINGTON, 12 DIC - Il candidato senatore per il partito repubblicano Roy Moore si è recato a votare in Alabama a cavallo. Lo riportano i media americani. Roy Moore è favorito nonostente le accuse di molestie sessuali nei confronti di minorenni. A sostenerlo si è schierato con decisione anche il presidente americano Donald Trump.

Archivio Ultima ora