Partigiano novantenne cancella svastica

(ANSA) – FOLIGNO (PERUGIA), 4 MAR – “Mi piacerebbe parlare a cuore aperto a questi ragazzi, vorrei spiegare che cosa è stata la mia gioventù rispetto alla loro”: il partigiano novantenne Enrico Angelini immagina che siano stati dei ragazzi a imbrattare il luogo simbolo della Resistenza, sopra Foligno, con una svastica che lui ha ripulito. Per lui il grazie della presidente umbra, Catiuscia Marini, e le telefonate della vicepresidente della Camera, Marina Sereni e del segretario dello Spi-Cgil, Carla Cantone.

Condividi: