Renzi al Cremlino: Russia decisiva per la pacificazione in Libia

Pubblicato il 05 marzo 2015 da redazione

Italian Prime Minister Matteo Renzi visits Russia
MOSCA. – Matteo Renzi varca la soglia del Cremlino, primo leader di un grande paese europeo da quando è cominciato il conflitto in Ucraina, per un incontro di oltre tre ore con Vladimir Putin. Per i media russi il premier italiano “rompe l’isolamento internazionale” del presidente russo. Ed è a costo di attirarsi qualche critica che Renzi non solo viene a Mosca ma, in una delicata mediazione che passa anche per la vicenda ucraina, riconosce il “ruolo decisivo” della Russia nella lotta al terrorismo e chiede, e ottiene, l’impegno di Putin, cruciale nel consiglio di sicurezza dell’Onu, per una “soluzione pacifica” in Libia: che per l’Italia è emergenza “prioritaria”. Con un mazzo di garofani rosa, chiusi da una coccarda tricolore, il presidente del consiglio “a nome dell’Italia” commemora di mattina Boris Nemtsov deponendo, in silenzio, i fiori sul ponte, a due passi dalla Piazza Rossa, dove è stato ucciso l’oppositore di Putin. L’auspicio che “la giustizia russa possa al più presto assicurare i colpevoli al processo giusto e necessario” è espresso poco dopo nell’incontro, a porte chiuse, con la comunità italiana a Mosca. L’omicidio a sfondo politico non entrerà, invece, nelle dichiarazioni finali al termine dell’incontro con Vladimir Putin al Cremlino, punto d’arrivo di una missione di 24 ore che ha portato Renzi prima a Kiev e poi a Mosca. Un colloquio di grande rilievo per l’Italia, costruito con l’obiettivo di richiamare l’attenzione di quanti più leader mondiali sulla crisi libica e sulla minaccia terroristica che pende prima di tutto sul nostro paese. Oltre al conflitto libico, c’è stato un reciproco rinnovato impegno sul rispetto degli accordi di Minsk, un “passo avanti” per il premier non solo per il cessate il fuoco in Ucraina. Ed il rilancio dei rapporti bilaterali ed economici tra Italia e Russia, che entrambi definiscono “buoni” nonostante, ammette Renzi, “le sanzioni europee e le controsanzioni russe siano un problema in entrambe le direzioni”. Al termine dell’incontro, conclusosi con un pranzo delle due delegazioni, Vladimir Putin conferma, nella sala degli Stemmi, un “dialogo politico sempre molto attivo” con l’Italia. “In un’atmosfera costruttiva di amicizia, i colloqui sono stati molto utili e tempestivi vista la situazione internazionale”, apprezza il presidente russo. Che coglie l’appello di Renzi per un ruolo in Libia della Russia che “per la sua storia e il suo compito nel consiglio di sicurezza, può essere decisivo”. La situazione, riconosce il presidente russo, “è peggiorata in Libia e la Russia è per una soluzione pacifica e appoggia gli sforzi dell’Onu”. Un assist fondamentale per il premier italiano impegnato a costruire una difficile tela in Europa e tra i grandi paesi per un maggiore impegno internazionale nel paese nord-africano a due passi dall’Italia, dilaniato da una guerra tra fazioni e dall’escalation dell’Isis. Ma l’impegno in Libia non è l’unico risultato con cui l’Italia torna a casa. Oltre al rilancio dei rapporti economici, dal progetto del superjet-100 tra Alenia e Sukhoi alla joint venture per gli elicotteri Agusta Westland, citati dal presidente russo, Renzi incassa la presenza di Putin il 10 giugno all’Expo nella giornata della Russia all’esposizione internazionale. E omaggiando la Russia citando Dostoevskij – “ha scritto a Firenze le sue pagine sulla bellezza che salverà il mondo” – riceve un apprezzamento per le “tante donne italiane” che, come l’astronauta Samantha Cristoforetti, rappresentano “degnamente” il nostro Paese. (Dell’inviata Cristina Ferrulli/ANSA)

  • ezio

    Io credo che l’Ucraina deve lasciare l’indipendenza alla Crimea e che rispetti il referendom che è stato fatto. Se la crimea non partecipa alle votazioni decida di lasciarla libera invece di far scatenare la reazione dei rusofoni.

Ultima ora

15:48Calcio: Mondiale Club, Fifa, Real? Var giusta

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Fifa non condivide le critiche del Real Madrid sulla Var entrata in azione due volte nel match vinto dai blancos 2-1 contro l'Al Jazira nella semifinale del Mondiale per club giocata ieri. La prima per annullare un gol a Benzema nel primo tempo, la seconda sulla possibile rete del 2-0 per la formazione araba non convalidata per un leggero fuorigioco. Una protesta quella delle merengues che - come riporta il quotidiano spagnolo As - il massimo organo del calcio mondiale "non condivide né capisce, perché pensa che nei due episodi siano state prese le decisioni giuste".

15:31Calcio: Donnarumma, tifosi Milan contro Raiola

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Da San Siro ai social network, monta la contestazione dei tifosi contro Gianluigi Donnarumma per aver messo in discussione il rinnovo con il Milan firmato a luglio per presunte pressioni psicologiche. Secondo chi lo ha visto allenarsi in mattinata a Milanello, l'umore del portiere è piuttosto negativo, in linea con quanto è apparso ieri durante la partita contro il Verona, quando ha reagito ai fischi e agli insulti scuotendo la testa sconsolato, fin quasi alle lacrime. Dopo la partita il ds rossonero Massimiliano Mirabelli ha criticato ("Sappiamo da dove viene il male") l'agente del portiere, Mino Raiola, senza mai nominarlo, e c'è lo stesso obiettivo nel mirino dei tifosi, che sui social network stanno rilanciando l'hasthag #gigiomollalo, esortando il calciatore a prendere posizione e scaricare il procuratore.

15:09Migranti:sbarcati in 41 in porto Crotone, erano su veliero

(ANSA) - CROTONE, 14 DIC - Quarantuno migranti sono sbarcati stamani al porto di Crotone a bordo di una motovedetta della Guardia di Finanza che li ha intercettati ad un miglio al largo di Capo Colonna. I migranti, tutti irakeni, viaggiavano a bordo di un veliero. Sono in corso, nel porto di Crotone, le operazioni di accoglienza dei profughi come previsto dal sistema coordinato dalla Prefettura che prevede anche delle visite mediche e tutti gli accertamenti relativi alla loro provenienza. I migranti verranno ospitati nel Centro di accoglienza di Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto.(ANSA).

15:02Calcio: Torino, Petrachi ds per altri due anni

(ANSA) - TORINO, 14 DIC - Gianluca Petrachi sarà il direttore sportivo del Torino per altri due anni, fino al 2020. Il club granata, sul proprio sito, ha infatti annunciato di avere prolungato il rapporto con il dirigente. "Dopo otto anni di proficua collaborazione - si legge - ed un importante lavoro svolto insieme, il presidente Urbano Cairo comunica di aver rinnovato il contratto" del direttore sportivo. L'accordo mette fine alle voci sull'addio di Petrachi, che ha molti estimatori, anche all'estero.

14:53Calcio: Serie A, Verona-Milan a Orsato

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Queste le altre designazioni per le partite della 17/a giornata di serie A in programma domenica 17 dicembre alle ore 15. Benevento-Spal (ore 18): Pasqua; Crotone-Chievo: Pairetto; Fiorentina-Genoa: Calvarese; Verona-Milan (ore 12.30): Orsato; Sampdoria-Sassuolo: Gavillucci.

14:52Schiaffi e maltrattamenti bimbi,sospese maestre

(ANSA) - SAN GIORGIO ALBANESE (COSENZA), 14 DIC - Schiaffi, pizzicotti e tirate d'orecchie ai bambini, una decina in tutto, dell'unica classe della scuola d'infanzia di San Giorgio Albanese nel cosentino. E' l'accusa rivolta a due insegnanti alle quali i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno notificato una misura interdittiva della sospensione per sette mesi. I provvedimenti sono stati disposti dal gip dell Tribunale di Castrovillari su richiesta della Procura della Repubblica. L'indagine condotta dai carabinieri e coordinata dal procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla e dal sostituto Valentina Draetta, è stata avviata a seguito di una denuncia presentata da alcuni genitori. Gli accertamenti effettuati dai militari hanno permesso, in poco tempo, di documentare, con servizi di osservazione e di video riprese all'interno degli spazi didattici, una serie di maltrattamenti posti in essere dalle due insegnanti nei confronti dei bambini in un arco temporale di appena quindici giorni. (ANSA).

14:44Calcio: serie A, Inter-Udinese a Mariani

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sarà Mariani ad arbitrare l'anticipo della 17/a giornata di serie A tra Inter e Udinese, in programma sabato 16 dicembre alle 15. Torino-Napoli (sabato alle 18) sarà diretto da Mazzoleni e Roma-Cagliari (sabato alle 20.45) da Damato. Per Bologna-Juventus (domenica alle 15) designato Banti. Il posticipo delle 20.45 tra Atalanta e Lazio è stato affidato a Irrati.

Archivio Ultima ora