Perse bimbo e accusò agenti, indagata per calunnia

(ANSA) – MILANO, 07 MAR – E’ indagata per calunnia dalla Procura milanese la donna romena di 37 anni che lo scorso novembre ha abortito, raccontando ai medici di essere stata colpita due giorni prima con un manganello dalle forze dell’ordine durante i tafferugli nel corso di una manifestazione contro gli sgomberi a Milano. Secondo le indagini, non vennero trovati segni di manganellate e invece attraverso intercettazioni è emerso il tentativo da parte della donna e di suoi parenti di far passare una versione falsa.

Condividi: