Mancini promette, Inter da scudetto nel 2016

Soccer; Europa League Eight Finals; Inter-Celtic

MILANO. – Passo dopo passo, mattone dopo mattone, per costruire una Inter da scudetto. È questo il progetto di Mancini, è questo quello che vede per il futuro dei nerazzurri. Un 2016 da titolo. Al timone della squadra dovrebbe esserci ancora il tecnico di Jesi, ma nel calcio, si sa, non si può mai essere certi. “Scrivono che non resto? Beh scrivono un sacco di cose. Credo che il nostro futuro dipenda dal presente, da come lavoriamo come squadra e società. Quanto fatto finora ha permesso alla squadra di migliorare. Credo però che per il prossimo anno avremo un’Inter che lotta per lo scudetto”, annuncia Mancini nella conferenza della vigilia del match con il Napoli. E se il presente può determinare il destino del club e dell’allenatore, centrare un posto per l’Europa diventa fondamentale. Giovedì ci saranno gli ottavi d’andata di Europa League, ma anche la classifica di campionato deve migliorare. E per fare un altro balzo avanti, serve vincere domani al San Paolo. La gara con il Napoli, infatti, può essere un crocevia per la stagione. Un altro ko complicherebbe la corsa alla zona di classifica che conta, e le forze della squadra si concentrerebbero così sul Wolfsburg. Al momento, però, Mancini non fa calcoli. “Ci sono quattro giorni tra una sfida e l’altra, i giocatori potranno recuperare – assicura – Al massimo farò uno o due cambi. Con il Napoli è una partita difficile, anche se ha perso domenica a Torino sta facendo un grande campionato. Ci servirebbe battere una squadra sopra di noi in classifica”. Nella bolgia del San Paolo, sarà di nuovo faccia a faccia con Benitez vecchia conoscenza dei nerazzurri e di Mancini (il ko con il Liverpool in Champions nel 2008, sancì la fine della prima all’Inter. A febbraio gli azzurri hanno firmato l’eliminazione dalla Coppa Italia della Beneamata). Ma per l’Inter è arrivato il momento di affermarsi contro una big, sperando nel solito gol di Icardi: “Sta bene e giocherà – carica Mancini -. Ci aspettano partite importanti, ma dobbiamo stare tranquilli. I ragazzi si devono ricordare che siamo l’Inter, anche se alle volte ce ne siamo dimenticati”. L’Inter che ha in mente l’allenatore è una squadra compatta, aggressiva, sicura di sé. In grado di fare un’ottima prestazione a Napoli, poi in Europa League a Wolfsburg e capace, la prossima stagione, di lottare per lo scudetto. Dopotutto Mancini vuole ripetersi: regalare, ancora una volta, un’Inter vincente ai suoi tifosi.
(di Francesca Cozzi/ANSA)

Condividi: