Isis: Antiterrorismo, rischio radicalizzazione in carceri

(ANSA) – ROMA, 11 MAR – Il web resta un potenziale luogo di reclutamento di aspiranti terroristi: “ma più del jihadismo da tastiera il pericolo di radicalizzazione arriva dalle carceri”. Lo ha detto il capo dell’Antiterrorismo italiano, Mario Papa, sottolineando che ad oggi sono 65 i foreign fighters legati in qualche modo all’Italia censiti dagli apparati di sicurezza. Papa ha poi affermato che l’Isis mostra le prime crepe: “non sono sconfitti ma cominciano ad arrivare notizie di loro sconfitte militari”.

Condividi: