Bimba gravemente invalida dopo parto, causa a Ausl per 3 mln

(ANSA) – BOLOGNA, 12 MAR – L’Azienda Usl Romagna è stata citata al tribunale civile di Ravenna dai genitori di una bambina, rimasta gravemente invalida dopo il parto, il 25 marzo 2004 all’ospedale di Ferrara. Qui la madre, incinta di due gemelle, era andata con i propri mezzi, accompagnata dal marito, dopo che era stata visitata all’ospedale di Lugo. Non fu trattenuta, nonostante una sofferenza fetale, secondo la citazione, per carenza di culle termiche. La richiesta di risarcimento si avvicina ai 3 milioni. (ANSA).

Condividi: