Insulti su fb dopo suicidio, agenti riammessi in servizio

(ANSA) – MILANO, 16 MAR – Il provvedimento con cui 16 agenti della Polizia penitenziaria erano stati sospesi dal servizio per aver pubblicato su Facebook commenti e insulti su un detenuto suicida “non ha precedenti nella nostra amministrazione, ha violato le norme e la stessa Costituzione” dice il vice segretario dell’Osapp Rino Raguso, tra i destinatari del provvedimento, per “aver condiviso la notizia cliccando ‘mi piace’. Tutti gli agenti sospesi sono stati riammessi in servizio sabato scorso.

Condividi: