De Silvestri affonda la Roma, la Lazio è a -1

Pubblicato il 16 marzo 2015 da redazione

Soccer: serie A, Roma-Sampdoria
ROMA. – La Roma abbandona definitivamente i sogni scudetto e spalanca le porte alle aspettative Champions delle sue inseguitrici, compresa la Lazio, terza ad un punto di distacco dopo la vittoria a Torino. Totti e compagni sprecano diverse occasioni nel primo tempo, poi nella ripresa si addormentano andando sotto al primo affondo della Sampdoria, grazie all’ex biancoceleste De Silvestri. I blucerchiati sono bravi a difendersi e a colpire in contropiede chiudendo la gara con Muriel. Per la squadra di Garcia è davvero notte fonda con la prima sconfitta in casa in campionato, la terza in totale dall’inizio della stagione. La banda Mihajlovic, invece, festeggia insieme al pittoresco presidente Ferrero un bel balzo in avanti in classifica a ridosso dell’Europa che conta. Dopo i primi dieci minuti di studio, la Roma si fa viva dalle parti di Viviano al 12′ con Gervinho e poco dopo con Pjanic. Poi c’è un po’ di spazio per la Samp: l’ex romanista Okaka lascia il pallone ad Eto’o che parte verso la porta difesa da De Sanctis. L’attaccante viene fermato all’ultimo momento disponibile da Yanga-Mbiwa. La Roma prende coraggio: al 18′ sugli sviluppi di una punizione Florenzi serve Keita sul secondo palo che al volo mette in rete, sarebbe un gran bel gol ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco. La squadra di Garcia sembra sul punto di passare, ma il gol non arriva: Totti prova la conclusione mancina sul passaggio di Iturbe e un super Viviano respinge. Finale di primo tempo tutto giallorosso con Totti che fallisce l’1-0 e poi una occasionissima di Gervinho lanciato a rete, su tiro dell’ivoriano Viviano devia in angolo con l’ennesimo grande intervento. Si riparte con la Roma proiettata ancora in avanti e Totti a sciupare un’altra occasione a due passi dalla porta servito su punizione dal solito Florenzi. Quando sembra che la Roma sia ormai ad un passo dal vantaggio la partita di addormenta e la Sampdoria trova il guizzo vincente con l’ex laziale De Silvestri che in mischia è il più lesto di tutti a raccogliere una palla messa in area da Eto’o dalla linea di fondo campo. Per la Roma è la fine della ‘pareggite’ e l’inizio di un incubo, quello di essere sorpassati dai cugini della Lazio nell’anno in cui avrebbe dovuto vincere lo scudetto. La partita non è finita, Garcia le prova tutte inserendo Doumbia e Ljajic ma il pari non arriva. Anzi, la Samp è sempre più pericolosa in fase di ripartenza e arriva al 2-0 con un bel contropiede del nuovo entrato Muriel capace di mettere in mostra tutte le debolezze della difesa giallorossa. La Samp sciupa anche l’occasione del 3-0, Mihajlovic si infuria, ma può festeggiare una vittoria che profuma d’Europa. Alla Roma, sconfitta per la prima volta in casa in questo campionato, non resta che prendersi una nuova bordata di fischi nella speranza di rifarsi in Europa League di fronte alla Fiorentina e a un pubblico ormai stanco di vedere lo stesso deprimente spettacolo.

Ultima ora

10:18Gerusalemme: Netanyahu, per pace riconoscere realtà

(ANSA) - BRUXELLES, 11 DIC - "Quanto il presidente Trump ha fatto è mettere i fatti sul tavolo per quello che sono. La pace è basata sul riconoscimento della realtà. E che Gerusalemme sia la capitale è evidente per tutti". Così il premier israeliano Benjamin Netanyahu arrivando al consiglio affari esteri europeo, invita a dare "una possibilità alla pace" col tentativo dell'amministrazione Usa. "E' tempo che i palestinesi riconoscano che lo stato ebraico e che Gerusalemme è la sua capitale".

09:49Venezuela: Maduro vince comunali, ma senza opposizione

(ANSA) - CARACAS, 11 DIC - Il partito socialista di Nicolas Maduro ha stravinto alle elezioni municipali nella maggior parte delle città del paese, anche se sul voto ha pesato il boicottaggio di quasi tutta l'opposizione. Lo stesso capo dello stato, durante un comizio in cui ha annunciato il suo trionfo, ha avvertito che "i partiti che non hanno partecipato al voto non potranno farlo più e scompariranno dalla mappa politica". Quindi di fatto li ha estromessi dalle presidenziali del prossimo anno.

09:41Birmania:stupri su donne Rohingya metodici, indagine

(ANSA) - UKHIA (BANGLADESH), 11 DIC - Gli stupri di donne Rohingya da parte dell'esercito birmano sono stati radicali e metodici. Lo rivela un'indagine condotta dall'Associated Press intervistando 29 tra donne e ragazze fuggite nel vicino Bangladesh. Le vittime delle violenze sessuali hanno tra i 13 e i 35 anni.

06:47Kashmir: giornalista francese arrestato da polizia India

NEW DELHI - Un giornalista televisivo francese, Paul Edward Comiti, e' stato arrestato dalla polizia indiana a Srinagar, capitale dello Stato di Jammu & Kashmir, per violazione del regolamento sui visti dato che, disponendo di uno di tipo business stava pero' realizzando un documentario sugli abitanti feriti nelle manifestazioni con fucili a pallini delle forze di sicurezza. Lo riferisce il portale Kashmir Watch.

06:42Corea Nord: manovre anti-missile di Seul, Tokyo e Usa

PECHINO - Corea del Sud, Usa e Giappone hanno dato il via alla due giorni di manovre congiunte finalizzate alla rilevazione di missili nemici, nel mezzo delle tensioni legate alla minaccia balistica e nucleare di Pyongyang. Il teatro delle operazioni, ha reso noto il Comando di Stato maggiore di Seul, sono le acque tra la penisola coreana e il Giappone.

06:33Molestie: Haley, ascoltare donne che accusano Trump

NEW YORK - Le donne che hanno accusato Donald Trump di molestie sessuali dovrebbero essere ascoltate: la sorprendente affermazione arriva da uno dei pilastri della stessa amministrazione Trump, Nikki Haley, ambasciatrice americana all'Onu. Haley rompe cosi' con la posizione della Casa Bianca, secondo cui le accuse al tycoon sono false e vanno archiviate.

01:31Calcio: Maradona a Calcutta per match di beneficienza

(ANSA) - NEW DELHI, 11 DIC - Più volte rinviato, è finalmente cominciato oggi un viaggio di Diego Maradona nella metropoli indiana di Kolkata (Calcutta), dove si tratterrà per tre giorni, impegnato in una serie di attività di beneficienza. I continui spostamenti di data della sua visita hanno fatto sì che oggi a riceverlo nella capitale dello Stato di West Bengala vi fossero quasi solo giornalisti e responsabili locali, ma non molti tifosi. Nella sua precedente visita che risale a nove anni fa, l'aeroporto cittadino fu preso d'assalto da migliaia di tifosi che lo acclamarono in strada fino ad oltre la mezzanotte. Gioviale e rilassato, Diego ha salutato con la mano i presenti prima di entrare insieme con la fidanzata Rocio Oliva nell'auto che lo ha portato in un hotel del centro che aveva approntato per lui una suite 'Diego Maradona'. Gli organizzatori si sono impegnati particolarmente nel decoro della suite, le cui pareti mostrano passaggi centrali della vita del calciatore.

Archivio Ultima ora