Botte e insulti perché gay: indaga Squadra Mobile Torino

(ANSA) – TORINO, 16 MAR – La Squadra Mobile della Questura di Torino ascolterà nei prossimi giorni Stefano, il torinese di 21 anni insultato e preso a pugni perché gay. Con lui sarà ascoltato anche l’amico che lo accompagnava e che ha assistito all’aggressione, avvenuta su un autobus di linea nella notte tra venerdì e sabato, dopo una serata trascorsa in un locale di Torino. Del caso si occuperà il pool fasce deboli della Procura di Torino, guidato da Anna Maria Loreto, per le valutazioni del caso. (ANSA).

Condividi: