Ferito in rapina, licenziato per assenze

(ANSA) – BRINDISI, 19 MAR – Licenziato dallo studio notarile per troppe assenze per malattia dopo essere rimasto ferito per sventare una rapina. Lo sostengono i legali di un impiegato 49enne, un avvocato brindisino, coinvolto nell’episodio criminoso il 12 aprile 2013 mentre lavorava nello studio di un notaio di San Vito dei Normanni (Brindisi). Un bandito gli sparò un colpo di pistola a una gamba e fuggì con 300 euro. Nell’impugnazione del licenziamento si sottolinea che le assenze sono dovute alla riabilitazione

Condividi: