Tangenti: Perotti, infrango ogni regola umana e divina

(ANSA) – FIRENZE, 19 MAR – “Sto infrangendo ogni regola umana e divina..ma insomma…però è andata in porto…”, “dobbiamo festeggiare… un bicchiere di vino ce lo dobbiamo bere”,”penso di aver lanciato il cuore oltre l’ostacolo”: così l’imprenditore Stefano Perotti viene intercettato il 30 ottobre 2013 dal Ros dei carabinieri mentre esulta con un dirigente dell’Eni per aver ottenuto la progettazione da parte dell’Eni del palazzo di San Donato Milanese.

Condividi: