Nemtsov: secondo Assange fu ucciso da servizi segreti ceceni

(ANSA) – BUENOS AIRES, 23 – Boris Nemtsov è stato ucciso dai servizi segreti ceceni, per dimostrare ai colleghi dell’Fsb russo che “non controllano Mosca e che loro possono uccidere qualcuno alle porte del Cremlino”: questa la tesi di Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, esposta in una lunga intervista pubblicata oggi dal quotidiano argentino Pagina 12.

Condividi: