Sapone in bocca per ‘lavare’ bestemmie, condannata maestra

(ANSA) – RAVENNA, 23 MAR – La bocca lavata con il sapone per ‘ripulire’ le bestemmie. Ma anche le tirate per i capelli e d’orecchie, il castigo nel ripostiglio e i sollevamenti repentini per le braccia. Maltrattamenti aggravati nei confronti di un bimbo di pochi anni, costati la condanna a un anno per una maestra 55enne di una scuola materna privata alle porte di Ravenna di ispirazione cattolica. È stata assolta dal secondo capo d’accusa, il sequestro di persona (il Pm aveva chiesto in totale un anno e mezzo).

Condividi: