AN aprueba investigar cuentas de venezolanos en Banca Privada d’Andorra

Pubblicato il 24 marzo 2015 da redazione

Banca-Privada-D-Andorra

CARACAS- El parlamento nacional aprobó por mayoría abrir una investigación para revisar las denuncias que hizo el diputado a la Asamblea Nacional (AN), Julio Montoya, según las cuales hay cuentas millonarias de venezolanos y exfuncionarios en el recién intervenido Banco de Andorra, presuntamente producto de la corrupción.

El diputado Pedro Carreño, presidente de la Comisión de Contraloría, precisó que atenderá la petición aprobada por el parlamento para investigar el caso, si se presentan las pruebas pertinentes, pues a su juicio el objetivo “de esta maniobra es congelar capitales de Pdvsa” y advirtió que si eso sucede “no se podría mover ningún barco en el país. Esto es peligroso y deberíamos estar pendientes de eso porque esto forma parte del plan de desestabilización nacional para quebrarle el espinazo a la revolución bolivariana”.

Momentos antes, el parlamentario Julio Montoya expuso los casos en los cuales se habrían cometido, presuntamente, actos de corrupción a través del cobro de comisiones de exfuncionarios cercanos a empresas del Estado.

Cabe recordar, que el director general del Banco de Andorra fue arrestado por sospecha de lavado de dinero tras alertas de Estados Unidos de que la institución blanqueó dinero de grupos cercanos al gobierno venezolano, China y Rusia.

El arresto ocurrió cuatro días después que BPA fue identificada por el Departamento del Tesoro de Estados Unidos como una “entidad primaria de lavado de dinero’’.

Entre tanto, la fiscal general de la República, Luisa Ortega Díaz anunció que el Ministerio Público está investigando una serie de denuncias sobre algunas sumas de dinero que han sido depositadas por venezolanos en bancos internacionales, que han sido difundidas recientemente por medios locales y extranjeros.

Ortega Díaz dijo a la prensa que la Fiscalía General solicitó, a través de la Cancillería, información a otros gobiernos sobre los fondos que tienen algunos venezolanos en bancos extranjeros, pero no ofreció detalles.

 

Cabello: No habrá

lista Tascón

El presidente de la Asamblea Nacional, Diosdado Cabello, reiteró su llamado a los venezolanos a firmar en la campaña “Obama deroga el decreto ya”.

Cabello, durante la sesión ordinaria ayer, garantizó que las firmas contra el decreto del presidente estadounidense -que sanciona a 7 funcionarios y declara la situación de Venezuela como una “amenaza” para su nación- no van a generar una “lista Tascón”.

“Aquí no hay lista Tascón y yo quiero aclararlo, esa es la lista Súmate, quien recogió las firmas fue Súmate y entonces después ellos (la oposición) para salirse del rollo le echaron la culpa a Luis Tascón de manera irresponsable”, explicó el máximo representante del parlamento venezolano.

“El hecho de la firma va más allá de un hecho simbólico y yo entiendo que sectores de la oposición le tengan miedo a lo de las firmas porque ellos falsificaron aquellas firmas del firmazo para una constituyente“, agregó.

Ultima ora

17:14Aereo Usa precipitato: 8 persone ritrovate stanno bene

(ANSA) - TOKYO, 22 NOV - Sono in buone condizioni gli otto membri dell'equipaggio dell'aereo Usa precipitato nel Pacifico che sono stati recuperati. Lo ha reso noto la marina Usa, specificando che sono ancora in corso le ricerche agli altri tre.

17:13Violenza donne: 74,5% autori sono italiani

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Da un monitoraggio effettuato dal ministero della Giustizia, partendo dall'esame di 417 sentenze rappresentative del 60% dei casi di violenza sulle donne, tra il 2012 e il 2016, emerge che l'85% dei casi (355 su 417) sono classificabili come omicidio. Nel 98% dei casi l'autore del reato è un uomo e la nazionalità dell'autore conferma la prevalenza di soggetti italiani (74,5%). Nel 55,8% dei casi tra autore e vittima esiste una relazione sentimentale. Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, sentito dalla commissione parlamentare sul femminicidio. Riguardo alla relazione sentimentale che lega vittima e autore, la percentuale del 55,8% è così distribuita: nel 63,8% dei casi si registra un rapporto di coniugio o convivenza; nel 12% una relazione sentimentale in atto; per il restante 24% tra le due parti vi era stata una relazione sentimentale terminata prima dell'omicidio. L'arma prevalentemente utilizzata è il coltello, che spesso risulta il mezzo di più agevole disponibilità.

17:11Dottoressa violentata, chi mi ha esposto al rischio non paga

(ANSA) - PALERMO, 22 NOV - A due mesi dagli abusi subiti mentre prestava servizio nella guardia medica di Trecastagni, nel Catanese, Serafina Strano, la dottoressa aggredita e violentata nella notte tra il 18 e il 19 settembre, definisce "tugurio" quell'ambulatorio medico dove un ventiseienne ora in carcere, Alfio Cardillo, l'ha violentata per ore e dove i suoi colleghi continuano a lavorare senza che nulla sia cambiato. Lo fa a Palermo nel corso un'iniziativa sul contrasto al fenomeno della violenza sulle donne medico nel luogo di lavoro. E accusa i vertici dell'Asp che l'hanno esposta al rischio "e verso i quali la magistratura dovrebbe aprire un'inchiesta parallela". "E' ineccepibile quanto stanno facendo i magistrati nei confronti del mio aggressore; però ci sono dei corresponsabili. Si dovrebbe aprire un'inchiesta parallela sui dirigenti dell'Asp che mi hanno esposto a quel rischio. Non voglio far polemiche, ma qual è l'organo che deve far assumere responsabilità ai dirigenti, se non la magistratura?".

17:07Mladic: procuratore Tpi,’colpa solo sua’

(ANSA) - BRUXELLES, 22 NOV - La condanna dell'ex generale Ratko Mladic "non è un verdetto contro tutti i serbi. La sua colpevolezza riguarda solo lui, e lui soltanto": è il commento del procuratore capo del tribunale penale internazionale dell'Aja per i crimini nella ex Jugoslavia (Tpi) Serge Brammertz al termine dell'udienza.

17:07Raggi, 2000 abusivi in case popolari

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Le case popolari devono andare ai cittadini che hanno reale diritto e bisogno. Dal censimento che abbiamo appena terminato sugli appartamenti dell'Edilizia Residenziale Pubblica di Roma Capitale sono invece emersi ben duemila casi di abusivi. Cioè persone che hanno redditi alti, possiedono già immobili o sono residenti altrove". Lo scrive su Fb la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Una persona è risultata addirittura proprietaria di ben 18 immobili. Altri hanno redditi di 70mila, 80mila, fino anche a 90mila euro all'anno", spiega.

17:05Corea Nord: lista nera Usa è ‘grave provocazione’

(ANSA) - PECHINO, 22 NOV - La Corea del Nord denuncia gli Usa per averla inserita per la prima volta in 9 anni nella lista dei Paesi accusati di essere sponsor del terrorismo, definendo come "grave provocazione" la mossa. Un portavoce del ministero degli Esteri, attraverso la Kcna, critica pesantemente anche le nuove sanzioni unilaterali varate dal Tesoro americano, in quella che è la prima reazione ufficiale di Pyongyang alle ultime misure dell'amministrazione di Donald Trump per aumentare la pressione sul leader Kim Jong-un a favore del tavolo negoziale.

17:01Polizia: francobollo per la ‘stradale’

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Compie 70 anni la Polizia Stradale e riceve in regalo un francobollo celebrativo da 95 centesimi che sarà emesso il 28 novembre prossimo. La vignetta del francobollo - resa nota oggi da Poste Italiane - mostra tre immagini tipo ''figurina'' riunite insieme: un agente impegnato nel soccorso di un ferito ai margini di una strada, un agente che illustra alcune parti della motocicletta di servizio a due bambini e due agenti su motociclette intenti a pattugliare una strada. L'annullo speciale primo giorni di emissione sarà stampigliato a Roma; il bollettino illustrativo dell'emissione e' firmato da dal capo della Polizia Franco Gabrielli che ricorda, tra l'altro, che con circa 1500 pattuglie la Stradale vigila ogni giorno su quasi settemila chilometri di autostrade e su oltre 450 mila km della rete viaria primaria orientando l'attività alla riduzione degli incidenti stradali e al contrasto di fenomeni criminosi.

Archivio Ultima ora