AN aprueba investigar cuentas de venezolanos en Banca Privada d’Andorra

Pubblicato il 24 marzo 2015 da redazione

Banca-Privada-D-Andorra

CARACAS- El parlamento nacional aprobó por mayoría abrir una investigación para revisar las denuncias que hizo el diputado a la Asamblea Nacional (AN), Julio Montoya, según las cuales hay cuentas millonarias de venezolanos y exfuncionarios en el recién intervenido Banco de Andorra, presuntamente producto de la corrupción.

El diputado Pedro Carreño, presidente de la Comisión de Contraloría, precisó que atenderá la petición aprobada por el parlamento para investigar el caso, si se presentan las pruebas pertinentes, pues a su juicio el objetivo “de esta maniobra es congelar capitales de Pdvsa” y advirtió que si eso sucede “no se podría mover ningún barco en el país. Esto es peligroso y deberíamos estar pendientes de eso porque esto forma parte del plan de desestabilización nacional para quebrarle el espinazo a la revolución bolivariana”.

Momentos antes, el parlamentario Julio Montoya expuso los casos en los cuales se habrían cometido, presuntamente, actos de corrupción a través del cobro de comisiones de exfuncionarios cercanos a empresas del Estado.

Cabe recordar, que el director general del Banco de Andorra fue arrestado por sospecha de lavado de dinero tras alertas de Estados Unidos de que la institución blanqueó dinero de grupos cercanos al gobierno venezolano, China y Rusia.

El arresto ocurrió cuatro días después que BPA fue identificada por el Departamento del Tesoro de Estados Unidos como una “entidad primaria de lavado de dinero’’.

Entre tanto, la fiscal general de la República, Luisa Ortega Díaz anunció que el Ministerio Público está investigando una serie de denuncias sobre algunas sumas de dinero que han sido depositadas por venezolanos en bancos internacionales, que han sido difundidas recientemente por medios locales y extranjeros.

Ortega Díaz dijo a la prensa que la Fiscalía General solicitó, a través de la Cancillería, información a otros gobiernos sobre los fondos que tienen algunos venezolanos en bancos extranjeros, pero no ofreció detalles.

 

Cabello: No habrá

lista Tascón

El presidente de la Asamblea Nacional, Diosdado Cabello, reiteró su llamado a los venezolanos a firmar en la campaña “Obama deroga el decreto ya”.

Cabello, durante la sesión ordinaria ayer, garantizó que las firmas contra el decreto del presidente estadounidense -que sanciona a 7 funcionarios y declara la situación de Venezuela como una “amenaza” para su nación- no van a generar una “lista Tascón”.

“Aquí no hay lista Tascón y yo quiero aclararlo, esa es la lista Súmate, quien recogió las firmas fue Súmate y entonces después ellos (la oposición) para salirse del rollo le echaron la culpa a Luis Tascón de manera irresponsable”, explicó el máximo representante del parlamento venezolano.

“El hecho de la firma va más allá de un hecho simbólico y yo entiendo que sectores de la oposición le tengan miedo a lo de las firmas porque ellos falsificaron aquellas firmas del firmazo para una constituyente“, agregó.

Ultima ora

01:34Venezuela: nuove proteste, almeno tre dimostranti morti

(ANSA) - CARACAS, 25 APR - Nuove proteste di piazza nel Venezuela contro il governo di Nicolas Maduro, e almeno tre giovani manifestanti uccisi: due colpiti da "paramilitari filo-governativi" a Barinitas, nello stato di Barinas, nell'ovest del Venezuela, secondo quanto rivelato dal deputato dell'opposizione Pedro Luis Castillo, e uno a merida, capoluogo dello stato omonimo, secondo informazioni dell'Ombudsman nazionale, Tarek William Saab. Tutti e tre, secondo le prime informazioni, sarebbero stati raggiunti da colpi d'arma da fuoco.

01:16Terremoti: Cile, scossa 6.9, ma niente allerta tsunami

(ANSA) - SANTIAGO DEL CILE, 25 APR - Una forte e lunga scossa di terremoto è stato avvertito a Santiago del Cile e in un'ampia zona nell'area centrale del Cile. La magnitudo è stata pari a 6.9 con l'epicentro a 25 km da Valparaiso. Lo riporta il centro sismologico dell'Università del Cile. Non si ha ancora notizia di vittime, ma è stato lanciato l'allarme tsunami, che però è stato revocato pochi minuti dopo. Prima della cancellazione dell'allerta, in alcune zone delle regioni di Valparaiso e O'Higgins era già scattata l'evacuazione preventiva della popolazione nelle località costiere. La scossa, avvertita alle 18.39 ora locale a una profondità di 13,2 kilometri, è stata particolarmente intensa, soprattutto nelle regioni di Coquimbo e Biobio. Nella zona di Valparaiso, dove è stato localizzato l'epicentro, dalla notte dello scorso sabato si sono verificate circa 100 scosse. Il terremoto è stato avvertito anche in Argentina, nelle regioni di Mendoza e San Juan, confinanti con il Cile.

01:08Musica: paura per Elton John, ‘ha rischiato di morire’

(ANSA) - LONDRA, 25 APR - Paura per Elton John, leggenda del pop internazionale, che ha rischiato di morire a causa di un'infezione rara e maligna contratta durante un tour in Sudamerica e che lo ha costretto in ospedale fino a sabato. La disavventura, a lieto fine, è stata resa nota stanotte in un comunicato diffuso a Londra, nel quale è stata annunciata fra l'altro la cancellazione di alcuni show negli Usa. Secondo il comunicato, la star britannica, 70 anni, è stata contagiata da un'infezione "potenzialmente mortale", sfociata in "un violento" malessere sul volo di ritorno da Santiago del Cile. Ricoverato in terapia intensiva all'arrivo a Londra, è adesso a casa convalescente e sta meglio. Ma per un po', niente concerti. "Ci dispiace informarvi che, per ragioni mediche, Elton John è costretto a cancellare il suo intero programma di esibizioni previste per aprile-maggio" a Las Vegas, è scritto nella nota. "Elton annulla anche la performance prevista per sabato 6 maggio a Bakersfield, in California".

23:55Le Pen, mi sospendo da presidenza Fn, solo candidata

(ANSA) - PARIGI, 24 APR - "Mi sospendo dalla presidenza del Front National. Da questo momento in poi sono soltanto la candidata alle presidenziali": lo ha annunciato questa sera al tg di France 2 Marine Le Pen.

23:12Calcio: la Roma vince 4-1, Pescara matematicamente in B

(ANSA) - ROMA, 24 APR - La Roma batte 4-1 il Pescara e lo condanna alla serie B con cinque giornate di anticipo sulla fine del campionato. Gli abruzzesi, con 14 punti, non possono più raggiungere l'Empoli, quart'ultimo con 29 e in vantaggio negli scontri diretti. I giallorossi salgono a quota 75 punti, a +4 sul Napoli e a -8 dalla Juventus. Di Strootman e Nainggolan le prime reti degli ospiti, venute entrambe alla fine del primo tempo. Salah segna una doppietta a inizio ripresa. Nel finale la rete della bandiera degli abruzzesi con Benali.

22:22Siria: sanzioni Usa al centro ricerca armi chimiche

(ANSA) - WASHINGTON, 24 APR - Gli Usa hanno emesso oggi sanzioni nei confronti dei dipendenti del Centro di ricerca siriano ritenuto responsabile dello sviluppo di armi chimiche: lo ha annunciato dalla Casa Bianca il segretario al Tesoro Steven Mnuchin, come risposta "all'orribile attacco con armi chimiche contro civili innocenti". Nella 'lista nera' sono finiti 271 dipendenti del centro di ricerche. Si tratta di una delle cifre più alte di persone sottoposte a sanzioni nella storia degli Stati Uniti.

20:47Pd: Renzi, vince chi ha un voto in più, stop discussioni

(ANSA) - ROMA, 24 APR - Vince le primarie Pd "chi ha un voto in più. Ma se votasse solo un milione di persone, quindi molte meno di quelle che pensiamo, o se votasse una sola persona, sarebbero comunque 999.999 in più a decidere rispetto a quelle che decidono ad Arcore o nel blog". Lo dice Matteo Renzi a Radio Capital. "Un milione sarebbe un flop? E' un giudizio politico, io spero siano di più, faccio un appello alla partecipazione a questa grande festa della democrazia ma non posso accettare che si metta in discussione il risultato", sottolinea.

Archivio Ultima ora