Papa: vede familiari ostaggi uccisi Isis

(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 25 MAR – “Per sconfiggere il terrore dell’Is ciascuno deve compiere un atto di carità in più”. E’ l’appello rilanciato stamani, nell’udienza generale in cui hanno incontrato il Papa, dai familiari di David Haines e Alan Henning, i due ostaggi britannici decapitati in Siria il 13 settembre e il 3 ottobre 2014. Mike Haines, fratello di David, e Barbara Henning, moglie di Alan, hanno voluto incontrare Francesco proprio per “testimoniare insieme” il loro “messaggio di unità tra i popoli”.

Condividi: