Nuove tendenze della cucina a Caracas: pasta e cacao, la fusione perfetta

VERIOSKA

CARACAS –  Per continuare con la campagna promozionale organizzata dalla Camera di Commercio Venezolano Italiana (Cavenit), per favorire il Made in Italy, lo scorso sabato 7 marzo e 14 marzo si è tenuto il workshop “Pasta fresca e Cacao” presso il Laboratorio Cacao de Origen situato negli spazi della Hacienda La Trinidad.

Caracas, nei suoi quattro punti cardinali, è una città privilegiata con la presenza di persone che seguono le diverse attività collegate alla gastronomia italiana. Questa non è stata l’eccezione anche se per motivi di spazio i posti sono stati limitati.

I rappresentanti di Cavenit nel workshop sono state Krystel De Chiara, Inderlyn Velásquez e Verioska Marcano; quest’ultima ha dato il benvenuto ai partecipanti ed è stata lei la prima a dirigere l’attività, ma prima di cominciare, Marcano ci offre alcuni minuti e ci spiega com’è stata concepita quest’idea:

– Abbiamo deciso di unire due grandi icone: il Venezuela con il cacao e l’Italia con la pasta. Tutto questo per spingere il Made in Italy, tutto attraverso i prodotti italiani e la loro eccellenza. Qui, ad esempio – continua Marcano – stiamo promuovendo la farina, la pasta industriale, le macchine, i pomodori, tutto quello che stiamo usando sono prodotti del Made in Italy.

Il maestro cioccolatiero Diego Ceballos, giovane amante del cacao venezuelano e vincitore del I Concorso di Cioccolato Venezuelano realizzato nel 2014 in occasione della quarta edizione dell’evento Chocco Venezuela, ha anche partecipato in rappresentanza di Cacao de Origen. Ceballos ha parlato un po’ dell’elaborazione del cacao, dal seme fino al cioccolato, e dell’origine di quest’iniziativa:

– Cavenit ha da sempre supportato quelli che lavorano col cacao, non soltanto in Venezuela ma anche in Italia. E questa volta abbiamo deciso, dopo aver stabilito un rapporto così positivo con l’evento Chocco Venezuela di fare un workshop di pasta fresca e cacao.

Dopo aver ottenuto la laurea quattro anni fa presso l’Istituto Culinario di Caracas, ha lavorato nella cucina di Vinosfera, dove ha scoperto un mondo di possibilità attorno al cacao ed al cioccolato. Ceballos commenta:

– Il cacao, oltreché essere l’ingrediente fondamentale nella preparazione del cioccolato, è utilizzabile per l’uso alimentare. Credo che la fusione della pasta col cacao ed altri alimenti sia molto importante per la gastronomia venezuelana. Il cacao è un prodotto originario del Venezuela e non esiste alcun ricettario di cucina in cui ci siano ricette con cacao.

CHEF

Riguardo all’esperienza di Ceballos con questo tipo di fusione, lo chef cioccolatiero dice di aver sperimentato col cacao ed altri alimenti con alcuni risultati veramente buoni. «Ho fatto per esempio “asado negro” con seme di cacao, ravioli ripieni di ricotta e liquore di cacao, salse con liquore di cacao, marinare con liquore di cacao o seme di cacao, ecc. La questione è considerarlo un altro seme commestibile», dice.

Questa è la prima volta in cui la ricetta della pasta con cacao si mostra in pubblico, anche se probabilmente Verioska Marcano, responsabile dell’organizzazione e creatrice dell’idea, le abbia già mostrate alla sua famiglia.

Il workshop si è svolto in due giorni. La programmazione è stata cosí: per il primo giorno hanno lavorato con il processo meccanico mediante l’utilizzo di macchine spazializzate. I partecipanti hanno imparato a fare pasta tradizionale ma con cacao, anche ripieni e salse non solo tradizionali ma con nuove tendenze. Nel secondo giorno il processo è stato contrario al primo, in questo caso tutti hanno usato le mani per fare quelle paste che non hanno bisogno di macchine, come ad esempio, la preparazione dei famosi gnocchi.

La recettività è stata molto buona e come ha detto Marcano in maniera scherzosa: «Dopo quest’esperienza porteremmo avanti una fabbrica di pasta con cacao».

(Di Arianna Pagano e Yessica Navarro/Voce)

Condividi: