Moto Qatar: Marquez domina le prove, Rossi fatica con le gomme

Motorcycling Grand Prix of Qatar 2015

LOSAIL (QATAR). – Il primo turno di prove libere della MotoGP non si discosta molto da quanto visto lo scorso anno. Marc Marquez è sempre davanti e dietro a lui c’è il fido scudiero Dani Pedrosa, staccato di pochi millesimi di secondo. Il duo Honda ha iniziato con il piede giusto e ha subito stupito la Suzuki, seconda al rientro nel mondiale nel turno di prove del debutto grazie ad Aleix Espargarò. “E’sempre iniziare bene il fine settimana – afferma Marquez – oggi mi sentivo bene. Avevo una sensazione simile a quella che abbiamo avuto nei test, anche se forse c’era un po’ meno grip di una settimana fa. Abbiamo provato alcune cose che avevamo preparato dopo il test e sono andate bene. Oggi cercheremo di continuare su questa strada, ma non possiamo dimenticare che il grip mano mano che andremo avanti migliorerà molto ed i tempi quindi scenderanno ancora”. Come per molti altri piloti, dunque, anche per Marquez questo turno di prova è stato un prolungamento dei test di una settimana fa. L’annullamento per pioggia dell’ultimo giorno, ha lasciato molti team con del lavoro arretrato, e questi primi minuti di prove del GP del Qatar per finire il lavoro. Anche Valentino Rossi, che ha chiuso con il nono tempo le prime prove della stagione in Qatar, aveva qualcosa da provare. “L’annullamento dell’ultimo giorno dei test – ha detto Rossi – ci ha lasciato del lavoro da fare. In parte siamo anche riusciti a provare qualcosa, ma per me il problema maggiore è con il grip. La nuova gomma posteriore che abbiamo qui non è la stessa dello scorso anno. E’ un po’ più morbida e io non riesco ancora a sfruttarla bene, però Lorenzo è comunque andato forte, segno che posso migliorare”. Lorenzo è diventato il punto di riferimento di Rossi in questo caso, visto il suo quarto tempo. In casa Ducati il migliore in pista è stato Danilo Petrucci che usa praticamente la Desmosedici dello scorso anno. “Ho fatto il mio tempo con la gomma morbida – ha detto Petrucci – anche se non era previsto che la usassi, ma ho avuto un problema a una moto e alla fine sono uscito con l’altra che le montava. Il mio sesto posto in prova è decisamente un buon inizio d’anno”. Alle spalle del pilota del Team Pramac c’è Andrea Dovizioso con la nuova Ducati GP15. “Abbiamo avuto un qualche difficoltà in più rispetto ai test – ha detto Dovizioso -, riscontrando dei problemi che non avevamo avuto la settimana scorsa. Credo che le condizioni del tracciato non fossero uguali, per cui ci concentreremo sui due turni di domani: io comunque sono positivo e tranquillo e adesso analizzeremo i dati insieme alla mia squadra per capire meglio cosa possa essere cambiato”. Poco lontano dalla quindicesima posizione, c’è invece il pilota di San Marino Alex De Angelis che ha portato un’altra moto del 2014, la ART Aprilia al 16/o posto. De Angelis che potrebbe avere tra qualche gara una nuova Aprilia RS GP, ha fatto meglio dei piloti ufficiali della casa di Noale, che hanno chiuso le prove rispettivamente in 22/a posizione con Alvaro Bautista e in 25/a posizione con Marco Melandri.

Condividi: