Il mestiere di sagrestano nell’era dell’elettronica e dei timer

Pubblicato il 27 marzo 2015 da redazione

il_sagrestano_spegne_le_candele_sull_altare

ROMA. – Una volta suonavano le campane. Oggi, nell’era dell’elettronica e dei timer, comunque hanno un ruolo importante nelle chiese: tengono in ordine le cappelle, preparano i paramenti del sacerdote, custodiscono i libri delle liturgie. Sono i sagrestani, oltre 20mila persone in Italia di cui 2.400 a tempo pieno e contrattualizzati. Per questi ultimi è arrivato il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Lo stipendio resta fermo a 1.260 euro lordi al mese ma domani, con la busta paga di marzo, scatta l’una tantum di 300 euro per compensare un salario che non si muove da anni. E anche per Pasqua è prevista una gratifica di 50 euro. La piccola categoria dei ‘sacristi’, questo il termine corretto, è organizzata in un sindacato, la Fiudacs (Federazione italiana unioni diocesane addetti al culto sacristi), le cui origini risalgono addirittura agli anni ’50, con l’interessamento dell’allora cardinale Angelo Roncalli, poi divenuto Papa Giovanni XXIII. La ‘Confindustria’ di questo settore è invece la Faci (Federazione tra le associazioni del clero in Italia). Il mancato aumento salariale nel contratto, che sarà in vigore fino al 2017, “vuole essere un gesto di solidarietà nei confronti dei nostri datori di lavoro, che poi sono i parroci. Con la crisi economica sono anche diminuite le offerte in chiesa e di questo dobbiamo prenderne atto”, spiega all’ANSA il presidente dell’associazione, Maurizio Bozzolan, da trent’anni sagrestano a Milano, ora nella parrocchia di Sant’Agostino. “Ci occupiamo della custodia della chiesa, della pulizia, degli arredi e dei paramenti ma la nostra presenza, otto ore al giorno, è anche un deterrente contro i furti di opere d’arte”, spiega. Per un giovane che volesse intraprendere questa professione “il rapporto con il parroco è fondamentale perché è lui che lo forma e che, se ne ha le possibilità, lo assume”. In ogni caso non è un lavoro qualunque perché è previsto, da contratto, che l’impiegato mantenga “un ottimo comportamento sotto tutti gli aspetti”, anche “religioso”. Insomma se uno è entrato l’ultima volta in chiesa per la sua prima comunione è meglio che cerchi un’altra professione. Lavorano 44 ore settimanali ed è previsto un giorno e mezzo di riposo che generalmente non coincide con la domenica e le cosiddette altre feste ‘comandate’. Analogo discorso per le ferie: 30 giorni che “in nessun caso” possono essere concesse nel periodo di Natale, durante la settimana di Pasqua o a ridosso della festa del santo patrono. La categoria ha due livelli di inquadramento, a seconda delle competenze acquisite negli anni, e sul territorio contratti integrativi “un po’ più favorevoli – sottolinea il presidente del sindacato – di quello nazionale”. Tra i benefit in qualche caso l’alloggio. Per tutti invece otto giorni di permessi retribuiti, utilizzabili però solo per ritiri spirituali o corsi di aggiornamento liturgici. (di Manuela Tulli/ANSA)

Ultima ora

22:21Savoia: spoglie regina Elena tornano in Italia dopo 65 anni

(ANSA) - MONDOVI' (CUNEO), 15 DIC - Torna in Italia la salma della regina Elena di Savoia. Le spoglie della moglie di Vittorio Emanuele III, penultima Regina d'Italia, sono state trasferite oggi da Montpellier, dove è morta nel 1952 a 79 anni, al Santuario di Vicoforte, vicino a Mondovì, nel Cuneese. A darne notizia è stata la nipote Maria Gabriella di Savoia, che esprime "profonda gratitudine" al presidente Sergio Mattarella, "che fattivamente propiziò la traslazione della salma". Il trasferimento è avvenuto in gran segreto. Il Santuario già nelle intenzioni del duca Carlo Emanuele I di Savoia, a inizio Seicento, doveva diventare il mausoleo della Casa reale. Non è escluso che nelle prossime settimane qui vengano traslate anche le spoglie di Vittorio Emanuele III, morto in esilio il 28 dicembre di settant'anni fa ad Alessandria d'Egitto, dove è tuttora sepolto. "Confido che il ritorno in Patria della Salma di Elena, concorra alla composizione della memoria nazionale", è l'auspicio di Maria Gabriella.(ANSA).

21:57Salvini, Cav non è candidabile e non può fare il premier

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Se la Lega prende un voto in più rispetto agli altri alleati è chiaro che sono io il premier, Berlusconi non è candidabile quindi non può essere premier. Una cosa che voglio dire è che chi vota Lega non vota governi di inciuci e questo Berlusconi lo deve aver chiaro...". Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini a "Zapping" su Radio1 Rai.

21:53Germania: nuovo aeroporto ‘Ber’ aprirà ad ottobre 2020

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - Il nuovo aeroporto della capitale tedesca 'BER', dopo ripetuti ritardi, dovrebbe entrare in funzione ad ottobre 2020. Lo ha comunicato il numero uno del consiglio di sorveglianza, Rainer Bretschneider, oggi a Berlino. I lavori sono cominciati nel 2006 e l'aeroporto avrebbe dovuto entrare in attività nel 2011. Ma i ritardi si sono accumulati e i costi sono lievitati da 2 a 6,5 mld, fino all'ultimo piano finanziario previsto per la primavera del 2018.

21:41Calcio: Fassone,no a strategie per ridurre valore Donnarumma

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - "Nessuno pensi di adottare strategie per far sì che Donnarumma possa essere ceduto a valori di mercato inferiori rispetto al suo reale valore. A gennaio non abbiamo intenzione di fare nuovi acquisti e non abbiamo necessità di cassa". Così l'ad del Milan Marco Fassone, in un video sul sito del club, commenta le voci sul futuro del portiere, dopo il botta e risposta tra il ds Mirabelli e Mino Raiola. "Donnarumma è un patrimonio umano, tecnico ed economico del club. Siamo qui per tutelarlo e non c'è nessuna volontà di cederlo - aggiunge il dirigente - Mi ha fatto piacere la sua dichiarazione distensiva, ha confermato che non c'è stata nessuna forzatura. Oggi l'ho visto più sereno. Se sarà lui a dirci che vorrà andar via, saremo aperti a valutare le offerte".

21:07Terremoti: sisma 6.5 su costa Java, in Indonesia

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Un sisma di magnitudo 6.5 è stato registrato sulla costa di Java, in Indonesia e si sontano un numero imprecisato di vittime. Lo riferisce l'Usgs americano. Le autorità indonesiane hanno emesso un'allerta tsunami. L'epicentro del sisma è stato localizzato a 92 chilometri di profondità, 50 km a sudovest della città di Tasikmalaya. Il portavoce dell'agenzia locale per il contenimento dei disastri, Sutopo Purwo Nugroho, ha riferito di alcuni edifici danneggiati nell'area ovest dell'isola. Nugroho ha aggiunto che il sisma è stato sentito per 20 secondi nella capitale Giacarta ed in altre città e villaggi di Giava.

20:59Milan:Fassone, richieste Uefa impossibili per chiunque

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - ''La Uefa ci ha chiesto due cose impossibili, non solo per noi ma per qualunque club che si trova nelle condizioni del Milan''. Così l'ad Marco Fassone spiega, con un video sul sito del club, perché l'Uefa ha negato al Milan la richiesta di Voluntary Agreement. ''L'Uefa - aggiunge Fassone - ci ha chiesto di completare prima il rifinanziamento del debito con Elliott e di fornire garanzie per dimostrare la capacità della proprietà di sostenere le perdite del club con un deposito. La nostra documentazione era sufficiente''.

20:44Nuoto: Europei, bronzo di Dotto nei 50 stile libero

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Bronzo di Luca Dotto nei 50 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta di Copenhagen, con il tempo di 20"78. L'oro è andato al russo Vladimir Morozov (20"31), l'argento al britannico Benjamin Proud (20"66). Ottavo ed ultimo tempo della finale per Marco Orsi.

Archivio Ultima ora