Yemen: terza ondata di raid sauditi, ma i ribelli avanzano

Pubblicato il 28 marzo 2015 da redazione

Armed Houthis rally against Saudi-air strikes

IL CAIRO. – Per la terza notte consecutiva raid aerei della coalizione guidata dall’Arabia Saudita hanno colpito in Yemen postazioni e convogli dei ribelli sciiti filo-iraniani Houthi in un’operazione che Riad promette continuerà fino allo loro sconfitta. Gli Houthi però avanzano ugualmente su almeno due fronti e i 22 paesi della Lega araba, riuniti in un summit a Sharm El Shekh, in Egitto, si apprestano a varare una forza di intervento rapido che fra qualche mese potrebbe essere messa alla prova proprio nello Yemen. “L’operazione ‘Decisive storm’ continuerà” fino a raggiungere “il suo scopo di garantire sicurezza e stabilità al popolo dello Yemen”, ha dichiarato il re saudita Salman al tavolo del summit. Sempre a Sharm El Sheikh, più preciso è stato il presidente yemenita Abdo Rabbo Mansur Hadi costretto giorni fa a fuggire dal suo Paese: “Chiedo la prosecuzione dell’operazione ‘Decisive Storm’ fino alla resa dei banditi”, ha detto riferendosi ai ribelli. Riad ha annunciato di aver distrutto la maggior parte dei “missili balistici” di cui gli Houthi si erano impadroniti e ha annunciato che elicotteri Apache hanno colpito postazioni di ribelli verso il confine con l’Arabia Saudita. Altre fonti hanno segnalato che è stato bersagliato anche un convoglio che, pure con carri armati, stava avanzando da est verso Aden. In questa sorta di guerra per procura fra mondo arabo e Iran, è da venerdì che Riad dichiara il controllo dello spazio aereo e la distruzione di oltre il 40% delle difese antiaeree dei ribelli. Gli Houthi però, che controllano grandi città tra cui la capitale Sanaa, oltre ad avanzare verso i confini sauditi da venerdì hanno una loro prima postazione sul Mar arabico nel porto di Shaqra, cento km a est di Aden. Dopo le informazioni su 45 civili e circa 80 ribelli uccisi in due giorni, in serata mancavano dati attendibili su altre vittime. In questo scenario l’Onu ha comunque iniziato ad evacuare il proprio personale da Sanaa richiamando oltre cento persone. A Sharm el Sheikh il presidente Hadi ha esortato gli yemeniti a scendere in piazza per imporre il suo ritorno. Nei loro discorsi di apertura del summit, il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi e l’emiro del Kuwait Sabah IV hanno più o meno velatamente accusato l’Iran di aver causato il colpo di stato. Mentre Hadi ha esplicitamente definito i ribelli Houthi “marionette dell’Iran”. Nell’esortare ad aprire un negoziato, il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon ha detto che quella del dialogo è “l’unica possibilità” per evitare “un lungo conflitto”. Questa prospettiva di tempi lunghi, aggiunta all’affermazione del ministro degli Esteri yemenita Riad Yassin sul fatto che la necessità di un intervento anche via terra è “possibile”, hanno attribuito credibilità ad un auspicio egiziano: che la futura “Kowa”, la “Forza militare araba comune” di intervento rapido probabilmente dotata di 40mila uomini, sia impiegata per la prima volta proprio nello Yemen. Il varo formale della Forza dovrebbe avvenire nelle prossime ore ma sono già previsti almeno quattro mesi di “gestazione”.
(di Rodolfo Calò/ANSA)

Ultima ora

21:27Calcio: Mondiale club,2-1 all’Al Jazira e R.Madrid in finale

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Real Madrid vince 2-1 contro i padroni di casa dell'Al Jazira di Abu Dhabi e stacca il biglietto per la finale del Mondiale per club di sabato, dove affronterà i brasiliani del Gremio Porto Alegre, campioni in carica del Sudamerica.

21:23Gerusalemme: sirene di allarme nel sud di Israele

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 DIC - Le sirene di allarme anti missili sono risuonate poco fa nel sud di Israele, nella zona della cittadina di Sderot non lontano dalla Striscia. Lo conferma l'esercito, citato dai media. Secondo questi ultimi ci sarebbe stato almeno un razzo dalla Striscia intercettato dall'Iron Dome.

21:15‘Boicotta Espresso’, ma blitz Forza Nuova fallisce a Torino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - Avevano in programma un'azione dimostrativa sotto la redazione torinese del quotidiano La Repubblica, simile a quella effettuata a Roma lo scorso 6 dicembre, i militanti di Forza Nuova che ieri sono stati fermati dalla polizia a Torino. Gli investigatori della Digos hanno intercettato il corteo, non autorizzato, prima che arrivasse in via Lugaro, sede del giornale, e i manifestanti si sono allontanati. Secondo quanto appreso, l'intenzione di Forza Nuova era quella di appendere uno striscione con la scritta 'Boicotta il Gruppo Espresso'. (ANSA).

21:12Calcio: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

(ANSA) - FIRENZE, 13 DIC - La Fiorentina ha battuto 3-2 la Sampdoria negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti affronterà la vincitrice di Lazio-Cittadella, in programma domani sera allo stadio Olimpico di Roma. Viola in vantaggio già al 2' grazie a Babacar. Il pareggio ligure lo firma Barreto a cinque minuti dall'intervallo. Nella ripresa l'arbitro Rosario Abisso, di Palermo, diventa protagonista fischiando tre rigori, due con l'ausilio della Var. Il primo lo trasforma Veretout, il secondo - quello del 2-2 - è opera di Ramirez al 32'. Al 90' ancora Veretout sul dischetto. Il francese non sbaglia battendo Puggioni con grande freddezza. Per la Samp anche un clamoroso palo colpito da Caprari su punizione.

21:10Calcio: Baldissoni “Roma patrimonio collettività,è una fede”

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "La storia della Roma ha un inizio, ma è senza fine. Questa squadra è patrimonio di una collettività e racchiude il capitale emotivo di una comunità. Parliamo di una storia che si aggiorna quotidianamente, perché le emozioni non muoiono mai. La Roma è una fede, una famiglia, è parte di tutti noi e lo sarà per sempre". Così il dg della Roma, Mauro Baldissoni, nel corso della presentazione del libro 'Dimmi cos'è', pubblicato per celebrare i 90 anni del club giallorosso. Il volume, a cura di Tonino Cagnucci e Luca Pelosi (casa editrice Skira), ripercorre la storia della Roma con illustrazioni, disegni d'autore, fotografie inedite. "Da quando è arrivata la nuova proprietà è stato creato un dipartimento dedicato all'archivio storico. Abbiamo fatto un lavoro incessante negli anni, recuperato e organizzato centinaia di migliaia di documenti, foto e oggetti - sottolinea Baldissoni -. Questo grande sforzo di raccolta è stato ora messo su carta, è fruibile da tutti e ne siamo estremamente orgogliosi".

21:09Uccise ladro: condannato a nove anni e quattro mesi

(ANSA) - BRESCIA, 13 DIC - La Corte d'Assise di Brescia ha condannato a 9 anni e 4 mesi per omicidio volontario Mirco Franzoni, il 33enne che la sera del 14 dicembre 2013 a Serle, nel Bresciano, uccise in strada con un colpo di fucile ravvicinato il ladro di origine albanese Eduard Ndoj, che era entrato nell'abitazione del fratello. Il pm aveva chiesto 16 anni, sempre per omicidio volontario.

20:59Nuoto: Europei 25 metri, Scozzoli vince l’oro nei 50 rana

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Due medaglie per l'Italia nella prima giornata di gare dei campionati europei di nuoto in vasca da 25 metri, in corso a Copenaghen. L'azzurro Fabio Scozzoli ha chiuso al primo posto la gara dei 50 rana con il tempo di 25"62, nuovo record europeo, che sottrae dieci centesimi al limite che lui stesso aveva stabilito nel 2013 in coppa del mondo a Berlino. Ha preceduto il russo Kirili Progoda, medaglia d'argento, e il britannico Adam Peaty, bronzo. La seconda medaglia è d'argento, conquistata dagli staffettisti della 4x50 stile libero. Luca Dotto, Lorenzo Zazzeri, Alessandro Miressi e Marco Orsi hanno chiuso in 1'23''67, dietro ai russi che si impongono in 1'23''23.

Archivio Ultima ora