Bulgaria-Italia: le pagelle degli azzurri

Bulgaria vs Italy
SOFIA.- Pagelle azzurri dopo Bulgaria-Italia

SIRIGU 6: prende due gol in una manciata di minuti, ed e’ quello che ha meno colpe. Anche se sul primo, forse si fa sorprendere dal tempo di battuta di Popov. Sulla cui punizione poi e’ presente, aiutato dalla traversa

BARZAGLI 6: rientra in azzurro dopo il Mondiale e dà il consueto apporto. Non e’ da lui che ci si può aspettare di fermare gli sguscianti trequartisti bulgari, e però dalla sua parte pochi patemi

BONUCCI 5: da un suo errore nasce il primo gol avversario, e da quel momento pare confuso. Pasticcia spesso nei tempi di uscita, tanto che Conte lo riprende platealmente

CHIELLINI 5: fisico anche lui, piazzato a sinistra della linea a tre, e come Barzagli e’ preciso ma poco efficace. Propositivo pero’ nella rincorsa al pari che scatta nella ripresa

DARMIAN 5: serata davvero sottotono. Non copre sulle percussioni di Aleksandrov e non spinge; spesso scivola sul terreno bagnato, e più che di tacchetti sembra problema di assetto e tenuta

CANDREVA 6.5: giostra da interno, ed e’ il più dinamico. Sfiora il raddoppio quando l’Italia e’ ancora avanti, su una gran bella punizione, poi si allarga sugli esterni – anche a sinistra – cercando cross che gli spazi stretti non consentono. E’ a lungo lui l’anima della squadra

VERRATTI 6: sbaglia le misure di tanti appoggi, e non basta la giustificazione che i due interni ai suoi lati non lo supportano. Anche perchè quel che manca nel primo tempo e’ il temperamento per prendere per mano la squadra, come gli e’ capitato persino in Champions contro il Chelsea, e quando cresce nel secondo non e’ ancora troppo tardi. Ma troppo poco, sì

BERTOLACCI 5.5: chiamato a sostituire Marchisio lo fa dignitosamente in fase di possesso, ma con grande difficoltà quando c’e’ da coprire le ripartenze. Il suo settore, la destra del centrocampo azzurro, e’ preso d’infilata troppo spesso. A metà ripresa, ha la colpa di sciupare la palla del 2-2. Dal 26′ st SORIANO 5.5: buon impatto alla partita, ma fallisce nel finale il possibile ko sottoporta

ANTONELLI 5.5: molto più avanzato dalla sua parte che non Darmian a destra, lascia partire diversi palloni interessanti al centro. Peccato non siano sfruttati. Dal 32′ st GABBIADINI sv.

ZAZA 5: tanti movimenti, pochi palloni sottorete. La crisi dell’attacco azzurro continua.

Dal 13′ st EDER 7: deve dialogare con Immobile, e non e’ facile trovare subito l’intesa. Ma gli basta un colpo da biliardo dei suoi per spazzare le polemiche sugli oriundi e diventare salvatore della patria

IMMOBILE 5: sfiora il gol in avvio, se lo mangia quando la nazionale e’ finita sotto 2-1. Ma nel complesso non convince: la sua profondità dovrebbe consentire al centrocampo di velocizzare la manovra, invece non offre quasi mai lo spunto per il taglio improvviso. Meglio con Eder che con Zaza, e comunque insufficiente

All. CONTE 5.5: Vive giorni difficilissimi, quasi di tormento esistenziale. La sorte non lo aiuta, privandolo di giocatori importanti e intrecciando le sue vicende con l’ex amatissima Juventus. Deve emergerne un po’ offuscato, perche’ se e’ comprensibile lo schieramento iniziale, lo e’ molto meno l’attesa nel cambiare una volta capito che le cose non vanno. Eder, da lui fortemente voluto, comunque lo premia.

Condividi: