Cappellano, auguro ad Amanda una vita normale

(ANSA) – PERUGIA, 30 MAR – “Le auguro ora una vita piena, la normalità”: è l’auspicio che fa ad Amanda Knox don Saulo Scarabattoli, cappellano della sezione femminile del carcere di Perugia. Dove la giovane americana è stata detenuta per quasi quattro anni prima di essere definitivamente assolta dall’accusa di avere ucciso Meredith Kercher. Di lei don Saulo, parlando con l’ANSA, ricorda la “speranza invincibile, la capacità di gettare il cuore oltre le sbarre”.

Condividi: