La Caritas sarà presente all’Expo come coscienza critica

Caritas

MILANO. – Sarà la coscienza critica di Expo, dentro il sito stesso di Expo la Caritas che, per la prima volta, partecipa a una esposizione universale, e lo fa con un proprio soazui. ‘Dividere per moltiplicare’ è il messaggio che Caritas Internationalis ha scelto per la sua partecipazione. La confederazione, che riunisce 164 organizzazioni caritative cattoliche nazionali, sarà presente sul sito espositivo con un percorso multimediale che avrà al centro il tema della condivisione, all’interno di una struttura architettonicamente evocativa. Lo spazio, che prende il nome di Edicola, sarà il fulcro di un palinsesto culturale con eventi e iniziative che si svolgeranno non solo nel sito ma anche fuori. Fra le eredità che lascerà a Milano c’è, infatti, il Refettorio Ambrosiano nel quartiere di Greco e non a caso è stato scelto il cantiere del refettorio per presentare l’Edicola e le attività di Caritas all’esposizione universale. La struttura, progettata dallo studio Piuarch, copre un’area di circa 900 mq tra interni ed esterni e collocata di fronte all’ingresso principale del sito, vicino al Padiglione Zero. A gestirla saranno centinaia di volontari e operatori del servizio civile. I visitatori vedranno all’esterno una mostra fotografica dedicata al rapporto fra cibo e solidarietà nel cinema (a cui fa eco un’ulteriore mostra su donne e alimentazione). Un vialetto porta poi alla struttura che ospiterà l’opera d’arte contemporanea “Energia”, realizzata nel 1973 dall’artista tedesco Wolf Vostell: una Cadillac rivestita da centinaia di filoni di pane come simbolo dialettico tra un mondo sazio e un mondo affamato. “Oltre allo stand espositivo – ha sottolineato Michel Roy, segretario generale Caritas Internationalis – Caritas sarà presente a Expo anche con un quadro di iniziative di mobilitazione e sensibilizzazione pubblica e politica mirate a far conoscere il nostro operato nel mondo su temi della nutrizione e dei problemi inerenti”. L’inaugurazione simbolica di questo programma sarà l’Expo Day del 19 maggio, durante il quale si riuniranno i rappresentanti delle 164 Caritas nazionali e saranno presentati sette progetti modello contro la fame nel mondo.