Omicidio Dore: difesa, marito va assolto

(ANSA) – NUORO, 31 MAR – Due ore e mezzo di arringa per minare la credibilità del supertestimone ed elencare le falle dell’accusa contro Francesco Rocca. L’avvocato difensore, Angelo Manconi, ha chiesto l’assoluzione per il dentista di Gavoi alla sbarra in Corte D’Assise a Nuoro come mandante dell’omicidio della moglie Dina Dore nel 2008. Sul movente, ricostruito anche dagli sms di Rocca all’amante Anna Guiso, il difensore ha detto: “Sono frasi che non hanno alcuna giustificazione, ma Rocca non è un assassino”.

Condividi: