Le banche centrali  scommettono sul dollaro, cala l’euro

France Euro Dollar Parity

NEW YORK.- Le banche centrali mondiali scommettono sul dollaro, alimentando le attese di un rally sostenuto per il biglietto verde. L’euro riduce invece il proprio peso nei portafogli degli istituti centrali, fino a toccare nel quarto trimestre il 22,2%. E’ quanto emerge dai dati del Fondo Monetario Internazionale (Fmi), secondo i quali la quota del dollaro e’ salita raggiungendo il 62,88% delle riserve globali. La fotografia del Fmi era attesa dagli analisti, che scommettevano su un ‘rafforzamento’ del dollaro. Con 12.000 miliardi di dollari a disposizione, le banche centrali sono – riporta il Wall Street Journal – il maggiore attore sul mercato dei cambi. Negli ultimi otto mesi il dollaro e’ salito rispetto alle principali valute, aumentando – secondo Citigroup – del 28% sul dollaro nell’ultimo anno. ”L’euro non sembra piu’ visto come un’alternativa per le riserve” mettono in evidenza alcuni analisti, secondo i quali e’ probabile che le banche centrali continueranno a disinvestire nell’euro e questo perche’ offre rendimenti negativi per gli istituti.