L’Ibm scommette sull’Internet delle cose e investe 3 miliardi di dollari

internet-delle-cose1

ROMA. – IBM scommette sull’Internet delle Cose, quello che sta alla base delle case ‘intelligenti’, ma non solo. Il colosso informatico ha annunciato la creazione di una unità dedicata sulla quale investirà 3 miliardi di dollari in 4 anni. L’obiettivo della nuova divisione sarà raccogliere e analizzare i dati provenienti dalla miriade dei dispositivi connessi che ci circondano, dagli smartphone alle lavatrici ‘smart’, per creare un’enorme banca dati ‘cloud’. Il 90% di tutti i dati che sono generati da telefoni, tablet, auto connesse e altri elettrodomestici ‘smart’, stima IBM, non è mai stato analizzato o preso in considerazione. Ecco perché la compagnia ha deciso di sfruttarne il potenziale creando una divisione per l’Internet delle Cose e un database basato su internet che raccoglierà questi dati e sarà a disposizione degli sviluppatori. IBM spiega che lavoreranno oltre 2mila fra consulenti, ricercatori e sviluppatori. La novità arriva accompagnata da un altro annuncio. IBM ha stretto una collaborazione con The Weather Company, ‘big’ delle previsioni meteo, che sfrutterà i dati provenienti da aerei, droni, edifici e smartphone per fare ‘micro-previsioni’. Anche questi dati saranno analizzati nel database appena creato da IBM per l’Internet delle cose.

Condividi: