L’Iran si aprirà al mondo, Rohani annuncia la nuova fase

Pubblicato il 04 aprile 2015 da redazione

IRAN: ROHANI SCRIVE A OBAMA, TROVIAMO L'ACCORDO SUL NUCLEARE

TEHERAN. – Il giorno dopo l’intesa di Losanna, il presidente iraniano Hassan Rohani rassicura il mondo sul fatto che l’Iran rispetterà i suoi impegni, ma avverte che si sentirà le mani libere se la controparte non farà altrettanto. Il messaggio, tuttavia, è rivolto soprattutto agli iraniani. Le sanzioni saranno revocate con l’entrata in vigore dell’accordo finale previsto entro giugno, afferma Rohani, che rilancia le promesse del suo inizio mandato: il Paese si riaprirà al mondo, perchè l’accordo di ieri non riguarda solo il nucleare, ma è il primo passo verso una “costruttiva cooperazione” con gli altri Paesi, anche con quelli con cui vi sono “tensioni e ostilità”. Esattamente quello che vogliono sentire i sostenitori di un compromesso sul nucleare, che anche stasera sono scesi in strada per festeggiare l’intesa di Losanna. Sostenitori che la squadra di negoziatori del ministro Zarif sembra aver trovato anche fra gli imam e gli Ayatollah che, nei sermoni ufficiali del venerdì, hanno oggi ‘benedetto’ l’accordo di Losanna. Forse un segnale che alla Guida suprema Ali Khamenei, ultima istanza su tutto in grado di mettere a tacere qualunque dissenso, l’intesa non è dispiaciuta. Tanto che in un tweet dal suo account Rohani si spinge a ringraziare il suo ministro Zarif anche per conto della Guida. Una svista o un azzardo? Certo è che, in attesa che Khamenei si esprima, i conservatori sono oggi andati a briglia sciolta nel lanciare bordate contro l’intesa di Losanna. Lo ha fatto il direttore del quotidiano Kayhan (nominato dalla Guida) Hossein Shariatmadari, che ha accusato i negoziatori di aver fatto proprio ciò che non dovevano, ossia quell’accordo in due tempi che Khamenei aveva escluso a chiare lettere. E lo ha fatto l’agenzia Fars – vicina al potere militare, economico e politico delle Guardie della rivoluzione – in un puntiglioso commento dell’intesa in cui, mettendo a confronto il testo diffuso negli Usa e quello presentato da Zarif, evidenzia i punti deboli a svantaggio dell’Iran e chiede quale sia il testo vero. Oggi lo stesso Rohani ha sottolineato che il gruppo dei 5+1 ha accettato con l’intesa di ieri che l’Iran svolga attività di arricchimento dell’uranio sul proprio territorio e che, riporta l’Irna, “tutte le sanzioni nei settori finanziario, economico e bancario”, come quelle del Consiglio di sicurezza dell’Onu, “saranno cancellate fin dal primo giorno dell’applicazione dell’accordo”. Un’affermazione in contrasto con la previsione che sarebbe stata concordata a Losanna, e cioè che le misure saranno rimosse solo previa verifica del rispetto dell’accordo da parte di Teheran. E anche con quanto dichiarato oggi dal ministro francese Laurent Fabius, secondo cui la delicata questione “non è ancora assolutamente risolta”. E’ prevedibile che se ne discuterà fino alla nausea nei prossimi tre mesi, con i conservatori pronti a dare battaglia in Parlamento. Ma intanto la gente è tornata in strada anche stasera per inneggiare all’accordo, dopo un passaparola sui social media. Lo stesso Zarif – che stamani era stato salutato da una piccola folla al suo ritorno in aeroporto con slogan come “lunga vita al governo di Rohani” e “ci piaci dottore”, con riferimento al suo Phd – ha provato a frenarla sul suo profilo Facebook, con un messaggio che invitava ad evitare le contrapposizioni. Ma i fan dell’accordo sono scesi in strada lo stesso, a Teheran e anche in altre città come Zahedan e Kermanshah. Forse un’ultima occasione di festa, dato che domani, dopo le vacanze dei Noworuz, tutti torneranno al lavoro. (di Luciana Borsatti/ANSA)

Ultima ora

19:47Catalogna: in 450mila a manifestazione Barcellona

(ANSA) - BARCELLONA, 21 OTT - Secondo la polizia urbana di Barcellona circa 450mila persone hanno partecipato alla grande manifestazione convocata nella capitale catalana per chiedere la liberazione dei "detenuti politici" Jordi Sanchez e Jordi Cuixart e denunciare le misure decise questa mattina contro la Catalgna dal premier spagnolo Mariano Rajoy.

19:38Scherma: spada, Navarria vince a Tallinn

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Mara Navarria vince a Tallinn la prima prova della nuova stagione di Cdm di spada femminile. L'atleta dell'Esercito ha battuto nel duello decisivo la campionessa del mondo 2017, la russa Tatiana Gudkova, col punteggio di 15-12, conquistando il 4/o successo in Coppa della sua carriera. Era approdata in finale dopo il 15-13 in semifinale contro la campionessa olimpica di Rio 2016, l'ungherese Emese Szasz, che aveva fatto seguito al successo ottenuto ai quarti di finale contro la svizzera Laura Staehli, sconfitta 15-7. "Non potevo sperare in un inizio migliore - ha detto Navarria dopo la vittoria -. Dopo aver vinto tutti gli assalti del girone ed essere approdata al main draw, sono uscita dal palazzetto e sono andata in riva al Baltico dove ho ricercato concentrazione ed un po' di ispirazione che oggi mi sono state utilissime. Ho avuto buone sensazioni sin dal primo match. Ho provato a cambiare spesso la mia scherma nel corso degli assalti e questo ha creato difficoltà alle mie avversarie".

19:37F1: Usa, Hamilton domina ultime libere, 2/a Ferrari Vettel

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Terze e ultime prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti nel segno di Lewis Hamilton. Il leader del Mondiale ha segnato il miglior tempo con la sua Mercedes in 1'34''478 precedendo la Ferrari di Sebastian Vettel (1'34''570) e il compagno di squadra Valtteri Bottas (1'34''692). Quarto tempo per l'altra Rossa di Kimi Raikkonen (1'34''755) davanti alla Red Bull di Max Verstappen (1'35''103) ed alla Williams di Felipe Massa (1'35''346). Nona l'altra Red Bull di Daniel Ricciardo (1'35'723).

19:22Maltempo: forti venti al centro-nord e in Sardegna

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Generale peggioramento del tempo sull'Italia domani, con precipitazioni sparse al nord e sulle regioni centrali tirreniche, accompagnate da venti forti. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede da domattina, domenica 22 ottobre, venti forti o di burrasca dai quadranti settentrionali su Lombardia, Emilia Romagna e Marche, e venti di burrasca nord-occidentali sulla Sardegna. Saranno possibili mareggiate lungo le coste esposte. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di domani allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul territorio di Marche, Umbria e Lazio, nonché su settori di Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Molise e Campania.

19:21CasaPound apre sede a Cagliari, tensione con antifascisti

(ANSA) - CAGLIARI, 21 OTT - Momenti di tensione questo pomeriggio a Cagliari, in occasione dell'inaugurazione della sede di CasaPound in via La Nurra, nel quartiere periferico di Is Mirrionis. Già dalla mattinata le forze dell'ordine hanno presidiato la zona per evitare incidenti. Nel pomeriggio è partito il corteo organizzato dal coordinamento antifascista. Oltre duecento persone hanno iniziato a sfilare lungo le strade del quartiere, urlando slogan contro CasaPound e mostrando striscioni con frasi come "Chiudere le sedi fasciste". I manifestanti hanno più volte cambiato strada, cercando di saltare i blocchi predisposti da polizia, carabinieri e Guardia di finanza. Si sono vissuti momenti di tensione con cassonetti capovolti al centro della strada e lancio di fumogeni contro le forze dell'ordine. (ANSA).

19:13Calcio: il City vola in Premier, prima sconfitta United

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Nessun problema per il Manchester City nella nona giornata di Premier League, che vede invece il primo ko stagionale per i 'cugini' dello United. I Citizens di Pep Guardiola liquidano 3-0 il Burnley (rigore di Aguero al 30' pt, reti di Otamendi al 28'st e Sane al 30'st) e consolidano il primato in classifica salendo a 25 punti, +5 sui Red Devils, sconfitti 2-1 in casa dell'Huddersfield. La squadra di Mourinho subisce due gol nel primo tempo (28' Mooy e 33' Depoitre) prima di accorciare le distanza nella ripresa con Rashford (33'), a segno anche in settimana in Champions League, ma la rimonta è rimasta sulla carta. Nelle altre partite, vittorie in trasferta per 2-1 per Bournemouth e Leicester ai danni rispettivamente di Stoke City e Swansea mentre il Newcastle supera per 1-0 il Crystal Palace.

19:02Cuccioli del jihad, così i bambini diventano kamikaze

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Sono migliaia, secondo i dati di Unicef e Save the Children, i bambini nelle mani dell'Isis. Su di loro il sedicente Stato islamico impone il suo modello educativo per trasformare i ragazzini in guerrieri del jihad e martiri kamikaze. La scuola, i giochi, lo sport, l'indottrinamento, la manipolazione e l'addestramento di questa generazione perduta dei bambini del Califfato vengono raccontati in un e-book del giornalista Maurizio Piccirilli ('Cuccioli del jihad', 'e-letta edizioni digitali'), a lungo responsabile delle pagine Interni-Esteri del quotidiano Il Tempo, inviato speciale e autore di altri volumi sui temi del terrorismo. I bambini dell'Isis sono figli di miliziani, di foreign fighter, piccoli rapiti alle loro famiglie, orfani costretti nei Centri educativi del jihad, "veri e propri college dove si insegna odio e violenza" e dove "nei libri di matematica fucili e pistole hanno sostituito le mele e le pere. Vietata la musica e la filosofia. I loro giochi sono solo di stimolo alla ferocia".

Archivio Ultima ora