Calcio: Uruguay, da giocatore Danubio ‘macaco’ a brasiliano

(ANSA) – MONTEVIDEO, 5 APR – Ancora razzismo nel calcio in Sudamerica: il presidente della squadra uruguayana del Danubio, Oscar Curutchet, ha ammesso nel corso di un programma tv che il suo giocatore Cristian Gonzalez ha chiamato “macaco” il n.7 del Corinthians Elias, nel corso del match di mercoledì scorso per la Coppa Libertadores. Il brasiliano voleva denunciare penalmente l’avversario, ma poi aveva deciso di non farlo, limitandosi a scrivere alla confederazione sudamericana. Ora Gonzalez rischia un lungo stop.

Condividi: