Sesso on line con parroco: Curia, accusatore non è prete

(ANSA) – TARANTO, 7 APR – Avrebbe millantato di essere un prete, secondo quanto riferisce la Curia di Taranto, il 32enne di Rovigo che ha denunciato al Tribunale ecclesiastico di essere stato contattato ripetutamente da un parroco di una chiesa di Taranto che gli avrebbe chiesto ‘sesso on line’ molestandolo al punto da costringerlo a ricorrere a psicofarmaci. Il 50enne parroco è stato rimosso dall’arcivescovo di Taranto; caso segnalato all’Ordine dei Carmelitani, a cui appartiene il prete, e sollecitate sanzioni.

Condividi: