Cina: monaca tibetana si “autoimmola”, 138/mo caso da 2009

PECHINO – Una monaca tibetana di circa 40 anni si e’ suicidata dandosi fuoco nella prefettura di Ganzi (Kardze in tibetano), nella provincia cinese del Sichuan, diventando la 138/ma persona ad usare questa forma di protesta anti-cinese. Secondo la Campagna Internazionale per il Tibet prima di uccidersi la donna ha lanciato slogan a favore del Dalai Lama, il leader tibetano che vive in esilio in India, che e’ considerato un avversario del governo cinese. Il suicidio e’ avvenuto l’8 aprile.

Condividi: