Grasso, su persecuzioni cristiani chi tace è colpevole

(ANSA) – ROMA, 10 APR – “É un dovere imperativo parlare e agire in favore di chi è perseguitato per la propria fede, in favore di chi è umiliato, decapitato, crocifisso, privato della propria umanità”. Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso in un’intervista a Radio Vaticana commentando le recenti persecuzioni dei cristiani e il dolore del Papa per tali crimini. “Parlare e agire, oggi, è un imperativo categorico perché oggi chi tace è colpevole”, ha aggiunto Grasso.

Condividi: