F1 Cina: Hamilton in pole, terza la Ferrari di Vettel

China Formula One Grand Prix

ROMA. – Mercedes imbattibili in qualifica, ma in gara potrebbero esserci delle sorprese. Il sabato della Formula 1 a Shanghai, in vista del Gran Premio di Cina, regala una prima fila tutta per le Stelle d’Argento con il solito Lewis Hamilton davanti, seppur di pochissimo (appena 42 millesimi), al compagno e quasi eterno secondo Nico Rosberg. La Ferrari di Sebastian Vettel si conferma con un’ottima terza posizione, mentre Kimi Raikkonen sull’altra Rossa sbaglia l’ultimo giro utile e si deve accontentare di un sesto posto dietro alle solide Williams di Valtteri Bottas e Felipe Massa. Molto male le McLaren di Button e Alonso che nonostante i progressi intravisti nelle libere devono accontentarsi della penultima fila davanti solo alle due Manor. Una pole, l’ennesima (la terza di fila dall’inizio della stagione e la 41/a in carriera), quella di Hamilton conquistata con facilità grazie ad una Mercedes superiore a tutti sul giro secco di almeno un secondo, fatta eccezione per Vettel riuscito a contenere il distacco a 9 decimi. “La mia macchina – ha esordito il campione del mondo in conferenza dopo le qualifiche – è fantastica, è meglio che in Malesia. In fabbrica hanno fatto un ottimo lavoro producendo dei miglioramenti. La Cina continua ad essere un buon circuito per me, qui ho sempre vibrazioni positive e la macchina è stata fantastica per tutto il weekend. Èandata molto meglio rispetto alla Malesia”. Oltre che per Raikkonen, è stata una giornataccia anche per l’altro n.2 tra i top team, Rosberg. Il tedesco, rabbuiato ormai da tempo, ha ammesso tutta la sua frustrazione nel doversi accontentare anche stavolta di partire dietro agli scarichi del suo compagno di squadra e con a due passi un avversario davvero scomodo come Vettel che spera di ritrovarsi davanti alla prima curva per poi poter sfruttare al meglio la ritrovata ‘gentilezza’ della Ferrari con le gomme Pirelli: “E’ stato un po’ frustrante – ha detto Rosberg al termine delle prove ufficiali – sono arrivato molto vicino a Lewis e potevo fare la pole”. La Ferrari? “E’ molto forte – aggiunge il pilota tedesco – e dobbiamo stare attenti, ma noi pensiamo di essere un po’ più veloci”. Meno veloci ma forse in grado di dire la loro in gara grazie al buon passo mostrato le Red Bull, in settima posizione con Daniel Ricciardo davanti alla Lotus di Romain Grosjean. Si infilano nella top ten anche le Sauber di Nasr e Ericson, mentre restano ben lontani i giovanissimi della Toro Rosso: il 17/enne olandese Max Verstappen parte tredicesimo e ancora una volta davanti al compagno Carlos Sainz Junior.

Condividi: