Vidal su rigore stende il Monaco. La Juve vince 1-0

Pubblicato il 14 aprile 2015 da redazione

Soccer: Champions League; Juventus-Monaco

TORINO. – E’ stato complicato davvero, come aveva previsto (o temuto) Allegri. Nell’andata dei quarti con il Monaco esce soltanto l’1-0 per la Juventus, con un gol di Arturo Vidal nato da un rigore contestatissimo dai monegaschi. Tutto si deciderà tra otto giorni nel Principato e ci vorrà una Juve ‘stile Dortmund’ perché la squadra di Montecarlo oltre ad avere una difesa quadrata, ha gli uomini di classe e fantasia per un bel gioco offensivo.

Sudato, il successo bianconero, con un rigore che – rivedendolo in tv – è sembrato generoso. Morata e Ricardo Carvalho correvano verso l’area di rigore e ancora fuori il difensore portoghese del Monaco è franato addosso all’attaccante spagnolo della Juventus, caduto poi dentro i 16 metri. Rigore per il ceco Kralovec, tra la rabbia dei monegaschi.

Sul dischetto è tornato Vidal, dopo gli errori con l’Olimpiacos nel girone di Champions e a Cesena in campionato. Il cileno ha dimenticato i precedenti sfortunati: tiro potente e preciso sotto l’incrocio alla destra di Subasic. E Juve a tirare un sospiro di sollievo, dopo avere tanto faticato e rischiato. Era la serata del rientro di Pirlo, dopo quasi due mesi di assenza ed il centrocampista bianconero deve ancora recuperare il passo, ma è stato lui l’autore del lancio su cui è nata l’azione del rigore. Non è andato bene Tevez: lui che sbaglia poco o niente, questa sera ha recapitato tra le braccia del portiere Subasic un pallone d’oro che gli aveva servito Marchisio, scavalcando con un lancio tutta la difesa. Certo, anche i grandi sbagliano ma l’errore ha stupito Allegri, il pubblico e lo stesso argentino, che non è riuscito a riscattarsi.

Allegri aveva esaltato la difesa del Monaco, ma la squadra de Principato ha dimostrato di essere molto organizzata anche quando attacca. I bianconeri non sono stati troppo rapidi ad accorgersene: nei primi 20′ tante le incursioni di Ferreira-Carrasco e Martial, e molta manovra libera sulla trequarti per i monegaschi. Così dopo un tiro alto di Morata che comunque era in fuorigioco e un destro di Tevez bloccato in tuffo da Subasic, c’è stata una lunga parentesi con gli ospiti sul punto di colpire.

E c’è voluto ancora una volta il miglior Buffon, decisivo due volte su Ferreira-Carrasco in un paio di minuti. A chiudere il quarto d’ora di gran sofferenza è stato Vidal, pochi minuti prima che Tevez, smarcato nell’area piccola sciupasse con il ‘tiraccio’ descritto.

Il Monaco ha dato l’impressione di cedere, con la Juve che si è più accorta, nei secondi 45′ ma quel “furbo” (definizione di Allegri) di Jardim ha messo dentro Bernardo Silva che passa bene e resta sempre in piedi anche se lo braccano 3-4 avversari. Ed è stato proprio il ventenne centrocampista portoghese, in contropiede, a chiamare di nuovo Buffon al lavoro, nell’azione precedente al discusso rigore su Morata. Il portiere bianconero ha poi salvato l’1-0 alzando in angolo un tiro di Martial. La Juve ha avuto la palla del 2-0 con Morata (esterno della rete), ma Berbatov appena entrato, su azione di calcio d’angolo, ha girato di testa di poco fuori.

Allegri ha tolto l’esausto Pirlo e modificato l’assetto, dal 4-3-1-2 al 3-5-2, ma la Juve si è fermata all’1-0. Ed Il Monaco, per nulla timoroso, ha chiuso attaccando, anche se l’ultima occasione è stata bianconera.
(di Renato Botto-ANSA)

Ultima ora

21:24Calcio:1-0 al Gremio, Real Madrid vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Real Madrid ha vinto il Mondiale per club battendo 1-0 (0-0) i brasiliani del Gremio nella finalissima giocata questa sera ad Abu Dhabi. Decisivo il gol di Cristiano Ronaldo su punizione all'8' della ripresa.

21:19Usa: Trump, con taglio tasse crescita fino al 6%

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Donald Trump ha difeso oggi il testo della riforma fiscale concordata dai repubblicani respingendo le critiche che avvantaggerà più i ricchi che la middle class. La previsione del presidente è che l'economia Usa comincerà a volare dopo l'approvazione della legge, crescendo dall'attuale 3% al "4%, 5% e forse anche 6% alla fine".

21:11Leader estrema destra a Praga,no all’Ue in Europa del futuro

(ANSA) - PRAGA, 16 DIC - I leader dei partiti populisti dell'estrema destra europea, uniti oggi a Praga per discutere del futuro dell'Europa si sono impegnati a lavorare insieme per creare un nuovo modello di cooperazione continentale distante dal modello dell'Unione europea. Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza Marine Le Pen, alla guida del Front National francese, ha definito l'Ue "una organizzazione disastrosa" che "sta uccidendo l'Europa". Geert Wilders, fondatore del partito anti-Islam olandese per la Libertà, ha proposto che l'Europa segua l'esempio del presidente Usa Donald Trump che ha imposto un bando sull'immigrazione da alcuni Paesi a maggioranza musulmana.

21:11Inaugurato primo Gufo Bar nel Bresciano, titolari minacciati

(ANSA) - BRESCIA, 16 DIC - E' stato inaugurato a Palazzolo sull'Oglio, nel Bresciano, il primo Gufo Bar in Italia, locale che espone gufi vivi. Dopo che i proprietari avevano ricevuto minacce, anche di morte, da gruppi di animalisti, all'apertura, avvenuta nel pomeriggio, non si sono registrate tensioni nonostante la presenza di un corteo animalista composto da una ventina di persone. Alla prima mancavano però proprio i gufi. "Abbiamo temuto tensioni e quindi la scelta è stata quella di non esporre gli animali" hanno detto i titolari del bar di Palazzolo sull'Oglio. "Non rinunciamo al nostro progetto, ma vogliamo comunque verificare bene cosa dica la legge sulla presenza di animali nei locali. I nostri gufi - hanno aggiunto - sono nati, cresciuti in cattività e regolarmente registrati. Agli animalisti che minacciano di entrare nel locale per liberare i gufi diciamo che, se liberati, gli animali morirebbero".

21:10Pd: Renzi al lavoro su liste, i migliori nei collegi

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Matteo Renzi ha avviato, a quanto si apprende, il lavoro per definire le candidature con un giro di contatti e telefonate anche con Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia elettorale è di mettere i candidati più forti alla guida dei collegi, ad esempio Renzi a Firenze centro; il premier Paolo Gentiloni a Roma 1; Dario Franceschini a Ferrara e proporzionale in Basilicata; Andrea Orlando a La Spezia, prevedendo anche la candidatura nel proporzionale; Marco Minniti nel collegio a Reggio Calabria e nel proporzionale in Veneto. Per Orlando probabile collegio a La Spezia e proporzionale in Calabria. Per Del Rio collegio di Reggio Emilia o Bolzano e proporzionale in Sardegna. La strategia, spiegano fonti del Nazareno, è mettere in campo nei collegi i candidati migliori e radicalizzare lo scontro con il M5S come dimostrano le polemiche di questi giorni su 80 euro, Europa e pensioni.

20:36Scuola: ‘bottone rosso’e Carta diritti, novità alternanza

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Un "bottone rosso" (digitale) che gli studenti in alternanza scuola-lavoro potranno usare per segnalare eventuali criticità. Una Carta dei diritti e dei doveri per chi è impegnato in questa attività didattica "innovativa". E ancora, un osservatorio istituito al Ministero dell'istruzione con il compito di produrre ogni anno - il primo sarà a giugno 2018 - un report su quanto fatto. Si rafforza con gli Stati generali, oggi al Miur, e con l'introduzione di questi nuovi strumenti, l'alternanza scuola-lavoro che la legge 107 ha reso obbligatoria per gli studenti del triennio delle superiori. L'obiettivo, ha ribadito la ministra Valeria Fedeli, è offrire ai ragazzi, con il contributo di tutte le parti, "le garanzie per un sistema con più qualità, trasparenza e responsabilità". Un sistema che, secondo il sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ancora luci e ombre, ma che mira a far crescere e formare la persona. A puntare il dito sulle ombre sono stati l'Unione degli studenti e il Fronte della gioventù comunista.

20:35Droga: in autocisterna vino 700 chili cocaina e hashish

(ANSA) - TORINO, 16 DIC - Nell'autocisterna del vino erano nascosti 700 chili di cocaina e hashish. E' la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, in collaborazione con i colleghi di Cagliari - dove è iniziata l'indagine - che hanno arrestato due italiani di 30 e di 32 anni. L'autocisterna è stata fermata all'interno di un capannone di Moncalieri, alle porte di Torino. Una volta travasato il vino rosso, dentro la cisterna sono saltate fuori delle casse metalliche con all'interno lo stupefacente. Il mezzo è stato sequestrato. Le indagini proseguono nel massimo riserbo per stabilire la provenienza della droga e identificare i complici dei due arrestati. (ANSA).

Archivio Ultima ora