Tav: baita No Tav, chieste otto ammende di 20 mila euro

(ANSA) – TORINO, 15 APR – Otto condanne a un’ammenda di 20mila euro e a un mese di reclusione sono state chieste dalla procura di Torino per altrettanti No Tav della Val Susa che nel 2010 parteciparono alla costruzione di una baita presidio abusiva, nella zona in cui oggi sorge il cantiere della Torino-Lione. L’accusa è di violazioni delle norme edilizie. La baita, diventata simbolo del movimento No Tav, venne anche visitata da Beppe Grillo, che per questa ragione ha subito un processo e una condanna in primo grado.(ANSA).

Condividi: