Memorie Migranti: il 18 aprile la premiazione a Gualdo Tadino

resizeimage.aspx

GUALDO TADINO. – Sabato 18 aprile, presso il Cinema Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino, saranno svelati e proiettati i lavori vincitori dell’XI edizione del Concorso Video “Memorie Migranti”, un progetto nato per recuperare la memoria storica dell’emigrazione italiana.

Posto sotto l’egida del presidente della Repubblica e con il patrocinio dell’amministrazione comunale e della Regione Umbria, il concorso è promosso dal Museo dell’Emigrazione “Pietro Conti”, con la partecipazione di Rai Teche e dell’Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea, e si fregia della partecipazione di due testimonial d’eccezione: i giornalisti Piero Angela e Gian Antonio Stella.

La manifestazione sarà condotta da Giacomo Marinelli Andreoli, alla presenza di registi, giornalisti e giovani filmakers provenienti da tutta Italia.

“Dopo un lungo periodo di oscurantismo, finalmente le tematiche legate alla ricerca e alla documentazione sull’emigrazione, anche grazie a pregevoli iniziative come il Concorso Memorie Migranti”, spiega il giornalista Gian Antonio Stella, “si sono riappropriate dello spazio culturale e sociale a loro dovuto, sia dal punto di vista prettamente storico che identitario, considerando che siamo stati e stiamo tornando ad essere un popolo di migranti”.

Quest’anno l’evento è arricchito da un prezioso taglio del nastro: infatti per l’occasione verrà presentato il riallestimento di una sezione del museo.

“La vetrina ideale per un importante traguardo”, commenta con orgoglio il primo cittadino Massimiliano Presciutti, personalmente legato ad una vicenda migratoria familiare e presidente del Museo. “Grazie infatti al contributo economico della Regione Umbria e all’impegno dell’Associazione Onlus Museo dell’Emigrazione, è stato possibile riprogettare completamente gli spazi dedicati alle partenze e ai motivi che spinsero milioni di umbri ed italiani ad emigrare, rendendo il percorso museale ancora più coinvolgente ed interattivo”.

Essere italiani è una storia, recita lo slogan del museo, ed infatti, specifica Catia Monacelli, direttore ed ideatrice del concorso, “indiscutibilmente al centro del progetto ci sono le storie e le memorie che questi registi sono stati in grado di restituirci, consegnando al futuro un patrimonio di testimonianze che svelano questa diaspora ancora troppo poco nota”.

Durante la manifestazione la giuria, formata da esperti del settore, svelerà il vincitore di ogni categoria che si aggiudicherà un premio in denaro, mentre tutta la rosa dei finalisti riceverà una targa di riconoscimento e la pubblicazione del lavoro nel cofanetto video Memorie Migranti.

Presenzieranno all’iniziativa il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, il direttore dell’Isuc, Alberto Sorbini, l’assessore alla Cultura, Fabrizio Bracco, il presidente del Consiglio Regionale dell’Emigrazione, Fausto Galanello, e la dirigente scolastica Francesca Cencetti, che con alcuni studenti del Liceo scientifico Casimiri, presenterà le fasi del progetto “Racconta il tuo Museo 2.0”, promosso dall’Unione delle Province italiane, a cura dell’Associazione Ciuvium, che vede protagonista il Museo dell’Emigrazione Pietro Conti. (aise)

Condividi: