Wikileaks: Assange accetta interrogatorio in ambasciata

(ANSA) – ROMA, 16 APR – Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, accetta di essere interrogato dai giudici svedesi nella sede dell’ambasciata dell’Ecuador a Londra. Lo ha confermato il suo legale Thomas Olsson. Assange è stato accusato di stupro da due ragazze, e i fatti si sarebbero verificati in Svezia nel 2010. Stoccolma ha chiesto l’estradizione di Assange a Londra, che ha accettato, in base ad un mandato di cattura europeo. Assange ha ottenuto asilo all’ ambasciata londinese dell’Ecuador 3 anni fa.

Condividi: