Il presidente Maduro insulta il premier Rajoy: la Spagna protesta

rajoy-maduro

CARACAS – Contro tutti. Dopo gli Stati Uniti, con i quali resta ancora aperto il capitolo delle sanzioni, il presidente Maduro ha aperto il fronte spagnolo. Infatti il governo venezuelano ha convocato l’ambasciatore spagnolo a Caracas, Antonio Pérez Hernández, poche ore dopo che il ministero degli Esteri spagnolo aveva fatto lo stesso, convocando l’ambasciatore venezuelano a Madrid, Mario Isea.

A conclusione della riunione, la ministro Delcy Rodrígyuez ha commentato che “il Venezuela si rispetta”.

– Non permetteremo – ha detto la ministro – l’ingerenza di nessuna nazione nelle questioni interne del Paese.

Le autorità spagnole avevano trasmesso al diplomatico venezuelano il malessere causato dalle dichiarazioni del presidente Nicolás Maduro riguardo al premier Mariano Rajoy, che era stato definito “razzista”.

Maduro, da parte sua, ha detto che intende prendere “misure” dopo che il Parlamento spagnolo ha approvato una dichiarazione a favore dei leader oppositori incarcerati a Caracas, senza però spiegarne il contenuto concreto