Iran: giornalista Washington Post accusato di spionaggio

(ANSA) – NEW YORK, 20 APR – Le autorita’ iraniane stanno incriminando il giornalista responsabile dell’ufficio di Teheran del Washington Post, Jason Rezaian, per spionaggio e tre altre gravi accuse, tra cui “collaborazione con governi ostili” e propaganda contro l’establishment”. Secondo l’accusa, ha detto l’avvocato Leilah Ahsan, il giornalista ha raccolto informazioni “sulla politica interna e estera” dell’Iran e le ha passate ad “individui con intenti ostili”. Rezaian era stato arrestato il 22 luglio 2014.

Condividi: