Rapì figlia e la portò in Siria

(ANSA)- MONZA, 21 APR – Dieci anni di reclusione per sequestro di persona e sottrazione di minore per aver rapito la figlia e averla portata in Siria. E’ la sentenza pronunciata dal Tribunale di Monza nei confronti del siriano Mohammed Kharat (contumace e che sarebbe nel Paese mediorientale) che nel 2011 ha portato via alla madre e sua ex compagna Alice Rossini la loro bambina di 21 mesi per portarla all’estero, quando la donna lo lasciò. La condanna prevede anche un risarcimento di cinquantamila euro.

Condividi: