Per il Parlamento venezuelano Felipe González è persona non grata

El-expresidente-del-Gobierno-Felipe-Gonzalez-

CARACAS.- L’ex premier socialista spagnolo Felipe González è stato dichiarato persona non grata dal Parlamento venezuelano, per aver annunciato che collaborerà come consulente alla difesa di dirigenti dell’opposizione attualmente in carcere.

La decisione, approvata dalla maggioranza che controlla l’Assemblea Nazionale unicamerale, è stata proposta dal deputato comunista Yul Jabour, che l’ha presentata come una risposta a “un problema di sovranità”.

“Noi diciamo chiaramente a questo signore, che è compromesso con la destra internazionale e ha agito come aggressore in politica estera, che non lo vogliamo in Venezuela”, ha detto Jabour durante il dibattito della mozione.

González aveva annunciato la sua volontà di collaborare con la difesa di Leopoldo Lopez, il leader del partito Volontà Popolare in carcere da febbraio del 2014, e Antonio Ledezma, il sindaco di Caracas arrestato nel febbraio scorso.

I due sono rinchiusi nel carcere militare di Ramo Verde, a nord di Caracas. Formalmente la decisione del Parlamento non è vincolante per il potere esecutivo, ma gli analisti considerano che la presa di posizione dell’assemblea servirà al presidente Nicolás Maduro per proibire l’ingresso di González nel territorio venezuelano.

Condividi: