India: Rahul Gandhi a sorgenti Gange, rifiuta elicottero

(ANSA) – NEW DELHI, 24 APR – Il vicepresidente del partito del Congresso, Rahul Gandhi, ha raggiunto a piedi oggi un tempio a 3.500 metri di quota dopo una marcia di 16 chilometri durata due giorni nello stato himalayano dell’Uttarakhand, nel nord dell’India. Lo riferiscono i media locali precisando che il politico “ha rifiutato il trasporto in elicottero”. Il santuario di Kedarnath era stato devastato dalle alluvioni del 2013 in cui sono morte oltre 5 mila persone.

Condividi: