Mafia:Puglia,omicidi e ferimenti Scu,condanne fino a 30 anni

(ANSA) – LECCE, 24 APR – Il gup del tribunale di Lecce Antonia Martalò ha condannato, con rito abbreviato, 13 imputati a pene comprese tra 8 mesi e 30 anni di reclusione, e assolto due imputati, per una serie di omicidi e ferimenti con metodi mafiosi compiuti dagli anni ’90 ad oggi nel brindisino. In quattro condannati a 30 anni: Francesco Argentieri, Marcello Cincinnato, Antonio Epicoco ed Emanuele Guarini. Assolto Massimo Pasimeni, detenuto, ritenuto uno dei capi storici della Scu di Mesagne (Brindisi).

Condividi: