Il monito di Mattarella: “Ammodernare l’Italia. Siamo tutti coinvolti”

Pubblicato il 28 aprile 2015 da redazione

Quirinale: consegna premi Leonardo

ROMA. – Fare sistema per rilanciare ed unire il Paese. E’ l’appello di Sergio Mattarella rilanciato dal Quirinale nel corso della cerimonia “Giornata Qualità Italia” e rivolto al mondo della politica, ai cittadini, agli imprenditori, alla società civile perché – dice – “tutti devono fare la parte loro per vincere la sfida e ammodernare il Paese”.

E’ questa, secondo il capo dello Stato, lo strumento per guardare con fiducia al futuro e mettere “alle nostre spalle la difficile congiuntura finanziaria internazionale”. “Troppi posti di lavoro e tanta capacità produttiva sono andati perduti in questi anni. Invertire la rotta è il compito che abbiamo avanti”, sottolinea Mattarella che invita a realizzare “politiche industriali coerenti e rafforzate”. Per il presidente, i dati macroeconomici sono finalmente “incoraggianti”.

Sottolinea “i segnali di fiducia e gli indicatori congiunturali che iniziano ad essere positivi” anche grazie alla “maggiore competitività degli scambi in euro, alle misure adottate dalla Bce ed alla tendenziale riduzione del prezzo del petrolio” che “aprono spazi maggiori all’iniziativa”. Un’opportunità che l’Italia deve sfruttare. E che il capo dello Stato mette in relazione con l’imminente inaugurazione dell’Expo a Milano.

Il presidente chiede a tutti gli italiani di svolgere al meglio il proprio compito: la Pubblica amministrazione “deve “adeguarsi rapidamente alle potenzialità delle nuove tecnologie e alle sensibilità dei cittadini”. Questi ultimi devono “stimolare, integrare e correggere l’azione delle pubbliche istituzioni”.

Ma sono soprattutto il mondo della politica e quello imprenditoriale chiamati ad un impegno forte. “La politica a tutti i livelli – spiega Mattarella – operi scelte che favoriscano lo sviluppo e diano priorità al lavoro”. Ed in particolare “colpisca la corruzione, che è responsabile di oneri e di alterazioni di competitività intollerabili per il Paese e per il sistema della imprese”. Un vero e proprio ostacolo allo sviluppo.

Gli imprenditori – ai quali va il ringraziamento per “i livelli di eccellenza raggiunti” e per il contributo alla valorizzazione del “made in Italy” – sono chiamati ad un ruolo da protagonista. “Dobbiamo legare con nuovi robusti fili l’attività aziendale alla ricerca, il lavoro ai saperi e alle conoscenze, l’idea stessa di competitività allo sviluppo del tessuto sociale”. E’ questa l’idea di sistema. “La qualità e la sua crescita non hanno confini legati alle dimensioni.

Si può fare qualità nelle piccole come nelle grandi aziende. Si tratta semmai di mettere in campo strumenti che consentano di fare rete, e magari integrare l’utilizzo di capitali adeguati a chi altrimenti nella competizione sarebbe battuto in partenza”. Da qui l’invito al governo a mettere in atto “azioni di sostegno all’innovazione e allo sviluppo”.

“Un potenziamento ulteriore dell’export italiano può dare un aiuto importante al Paese, così come un incremento dei consumi interni”, conclude. Ed in tal senso “fa bene il governo a porsi per i prossimi anni obiettivi maggiori nel saldo della bilancia commerciale perché ne deriva un impulso importante a tutto il nostro sistema”.

(di Teodoro Fulgione/ANSA)

 

Ultima ora

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

16:49Renzi a Di Maio, uscita da euro è follia per economia

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana". Lo scrive su twitter il segretario del Pd Matteo Renzi, commentando le parole del candidato M5s Luigi Di Maio che voterebbe sì in caso di un referendum come "extrema ratio" per l'uscita dall'euro.

16:48F1: la nuova Ferrari sarà presentata il 22 febbraio

(ANSA) - MARANELLO (MODENA)), 18 DIC - La Ferrari che disputerà il prossimo mondiale di F1 sarà presentata via web il 22 febbraio. Lo hanno annunciato Sergio Marchionne, Maurizio Arrivabene e Mattia Binotto durante il pranzo con la stampa specializzata per lo scambio degli auguri di Natale. A differenza dello scorso anno però la monoposto non scenderà in pista a Fiorano lo stesso giorno ma la domenica successiva a Barcellona per il "Filming day", il test privato a uso degli sponsor consentito dal regolamento Fia.

Archivio Ultima ora